Dieta vegana per cani e gatti, moda salutare?

di Valentina Commenta

La dieta vegana per cani e gatti è da considerare una moda salutare o qualcosa da evitare come la peste? I pareri, al pari di quello che succede con gli umani, sono discordanti e nemmeno le ricerche scientifiche sembrano essere in grado di dare una risposta definitiva sul tema.

Gatti e dieta vegana, no grazie

Prendiamo in considerazione i gatti: anche per quel che riguarda i felini molti padroni sembrano propensi a sviluppare la tendenza di alimentare il proprio animale domestico eliminando le proteine animali. Dove consta il problema? Semplice, nel fatto che l’apparato digerente dei gatti è formulato per approcciare un alimentazione prevalentemente carnivora e una dieta priva di carne sul lungo periodo e non adeguatamente integrata potrebbe comportare gravi danni alla sua salute.

Per comprendere meglio basta osservare la dentatura dei gatti: è palesemente legata per conformazione e composizione al consumo di carne, alimento necessario al gatto per poter vivere e crescere in modo sano. In natura i felini si cibano principalmente di carne, trovandola perfettamente digeribile e priva di problematiche: non bisogna fare l’errore di pensare che se mangiare vegano può andar bene per noi sia lo stesso anche per i nostri gatti. L’essere umano infatti è onnivoro e perlomeno in teoria può decidere se cibarsi solo di alimenti di origine vegetale in alternativa. Per il gatto è differente: esso ha bisogno della carne per assumere taurina,  vitamine A e B, arginina e acido arachidonico. Tutti elementi necessari per stare bene ed evitare problemi al cuore, al fegato e agli occhi. Curiosità: nel Regno Unito è reato penale sottoporre un gatto alla dieta vegana.

Cani e dieta vegana? Meglio di no

I cani possono seguire una dieta vegana? La risposta in questo caso è “forse“: si potrebbe quasi dire che dipenda da caso a caso. E la ragione sta nel fatto che per la sua natura domestica, il cane nei secoli ha mostrato di aver messo in atto “adattamenti” dal punto di vista alimentare. E pur rimanendo non particolarmente adatta la dieta vegana per i cani, di certo rispetto al gatto ha la possibilità di consumare un numero più alto di verdure senza risentirne eccessivamente.

Se si ha la capacità d’integrare bene i nutrienti di cui il cane ha bisogno si potrebbe riuscire a far rimanere inalterato lo stato di salute dell’animale: a ogni modo, per il migliore amico dell’uomo, una dieta a base di carne è comunque la più consigliata se si vogliono evitare carenze di vitamina B e D e danni al sistema cardiocircolatorio e alle ossa.

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>