Diarrea nel cane, cause e rimedi

di cinzia iannaccio 3

diarrea cane cause rimedi terapia

La diarrea nel cane è un fenomeno abbastanza comune purtroppo, oltre che spiacevole da gestire. Feci liquide, maleodoranti e dalle colorazioni insolite che il cane non riesce a trattenere, sono il sintomo lampante che si accompagna abitualmente anche ad uno stato di malessere generale dell’animale. I cani con diarrea infatti sono spesso apatici, appaiono deboli, si lamentano, avendo mal di pancia dovuto ad una eccessiva motilità intestinale. Spesso accompagnano la diarrea con il vomito e comunque è sempre spiacevole vederli star male, anche se si tratta di una condizione passeggera. Importante è che il cane non si disidrati e che si stabilisca rapidamente la causa per attivare una terapia mirata. Quale?

Cause della diarrea nel cane

Il cane ama mangiare tutto quello che trova sulla sua strada o quasi. La maggior parte dei casi di diarrea nel cane è infatti dovuta all’alimentazione dello stesso: ingestione di cibi (o acqua ) contaminati, infetti, pezzi di carta o plastica, erba, sono tra le motivazioni più frequenti di diarrea nel cane a cui si alternano cibi non idonei, a cui l’animale è intollerante: tra questi anche carne di manzo, maiale, pollo, carne di cavallo, pesce, uova, spezie, mais, frumento, soia, sugo di pomodoro, spezie, grassi, e persino alcuni alimenti commerciali. Un’altra causa comune è dovuta ai parassiti intestinali, essenzialmente ascaridi, anchilostomi e Giardia. Farmaci come gli antibiotici o gli antinfiammatori provocano feci liquide, ma anche una situazione stressante (come una mostra canina ad esempio) può provocare un attacco diarroico. E’ sempre opportuno rivolgersi al veterinario per individuare la causa precisa ed attivarsi con la giusta terapia. Soprattutto se:

  • La diarrea continua per più di 24 ore
  • Le feci sono nere o contengono sangue
  • La diarrea è accompagnata da vomito
  • Il cane è debole e/o ha la febbre

Rimedi e terapia per la diarrea nel cane

Fondamentale è curare la causa laddove si tratta di parassiti ed infezioni: il medico veterinario saprà darvi la giusta terapia farmacologica a seconda del caso. Chiaramente nel frattempo occorre evitare disidratazione nel cane. Va invogliato a bere. Si possono aggiungere alla sua acqua soluzioni elettrolitiche specifiche per cani:  ce ne sono in commercio anche di aromatizzate. Per il resto l’obiettivo è quello di fare in modo che le feci diventino composte il prima possibile e questo può essere facilitato con una dieta facilmente digeribile, priva di grassi: riso in bianco e petto di pollo bollito (senza pelle) ad esempio. Tre o quattro piccoli pasti al giorno per almeno 48 ore e fino a quando la situazione non torna normale. Possono essere eliminati per un pochino di tempo dalla dieta anche prodotti a base di latte (soprattutto nel cane adulto). Se le condizioni peggiorano o non migliorano il veterinario potrà assegnare anche dei farmaci, antidiarroici, astringenti.

Foto: Thinkstock

 

Commenta!

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>