Conosciamo il nostro cane, segnali di calma (parte 2)

di Redazione 1

cane calmo 2Nell’articolo della scorsa settimana abbiamo analizzato rituali calmanti come camminare in semicerchio o dare le spalle, continuiamo il viaggio per conoscere meglio i comportamenti del nostro cane.

– Leccasi il naso: è un movimento estremamente veloce che serve a rilassare il cane ad esempio quando è intimorito da qualcosa oppure quando è estremamente rilassato.

Immobilizzarsi: vi siete mai paralizzati per la paura? E’ una tattica che adottano moltissime specie in natura, è un modo per far capire al resto del mondo di essere inoffensivi.
Durante un incontro tra due cani noterete spesso che uno dei due è fermo, sembra un dvd messo in pausa, lo fa per farsi annusare e far capire all’altro elemento che non ci sono motivi di preoccupazione.
Il bipede può utilizzare questa caratteristica durante il primo momento di conoscenza per farsi conoscere dal cane, vedrete che verrà ad annusarvi e poi inizierà a fare gesti di amicizia.

Muoversi lentamente: se il cane è circondato da baccano o incontra un amico potrebbe iniziarsi a muovere lentamente, non è come nei felini segno di agguato ma di tranquillità.
Noi bipedi durante le coccole accarezzatelo lentamente farete da calmante naturale proprio come fanno le mamme con i loro cuccioli. In momenti di interazione indesiderata, ad esempio per spazzolarlo, lavargli i denti o mettergli la pettorina, muovetevi molto lentamente, vedrete che otterrete ottimi risultati.

Sdraiarsi: quello che facciamo fare al nostro amico dicendo “terra”, il mettersi a sfinge, ha un potere calmante ed è usato da cani di alto rango. Spesso mettono il muso tra le zampe anteriori oppure, come dicevo prima, fanno il verso alla sfinge, per avvertirci che hanno bisogno di calma e si mettono a terra per rilassarsi.
Se avete un cane adulto in casa vi sarete accorti che in presenza di cuccioli invadenti si sdraierà molto spesso.

Sbadigliare: lo sbadiglio in ascensori per noi umani è prassi, lo è ugualmente del cane ed è sinonimo di ansietà, spavento, agitazione e stress. E’ sinonimo di disagio forte.
Noi bipedi, essendo un segnale molto forte, possiamo far rilassare il cane sbadigliando, ad esempio quando esagera nel gioco oppure se è impaurito.

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>