I cani che hanno paura di tutto

di Redazione 2

La paura è una risposta dell’organismo ad una potenziale situazione di pericolo e negli animali, come anche negli esseri umani, nei limiti, è considerata una sensazione normale e sana. Si tratta di una reazione di difesa, molto presente in natura che permette alle specie di sopravvivere, ma a volte gli amici a quattro zampe e non solo i cuccioli, possono soffrirne in modo esagerato. I gatti dimostrano meno questa sensazione, per via del loro spirito indipendente, ma i cani che sono colpiti da terrore immotivato vanno tenuti sotto controllo e aiutati. Nella stragrande maggioranza dei casi, si tratta di problemi che si sono evidenziati con il tempo, a causa di vicende traumatiche che non si sono mai risolte e, raramente, fanno parte della storia evoluzionistica della specie.

Ogni volta che un animale prova paura, l’evento rimane memorizzato nella mente e se una situazione simile si ripresenta, il ricordo torna prepotente a bloccarlo. Se a questo si aggiunge un carattere timido sin dalla nascita, la situazione chiaramente tende a peggiorare. Quando si decide di prendere un cucciolo, la maggior parte delle persone sceglie il più silenzioso e indifeso, perchè questo scatena il proprio istinto protettivo  ma, soprattutto in un contesto familiare, non sempre questa si rivela la scelta azzeccata.

Se il cucciolo verrà in continuazione sollecitato da altri animali più forti o da elementi dominanti della famiglia, la sua chiusura interiore tenderà ad aumentare. Le proprie abilità sociali verranno meno e l’esemplare imparerà a rimanere in disparte e a non integrarsi con il gruppo. In casi del genere, oltre alla possibilità di farlo seguire da uno psicologo esperto di casistiche canine, le essenze naturali magari consigliate dallo stesso veterinario, possono essere molto utili. Se non riuscirà a cambiare carattere, infatti, il cane si sentirà almeno maggiormente calmo e sicuro di sè. Pazienti devono essere poi le cure del padrone ma non troppo protettive, altrimenti si rischierà di ottenere l’affetto contrario. Amore per il proprio pet si, ma anche un carattere deciso che possa permettergli di capire che la sua paura è immotivata.

Commenta!

Commenti (2)

  1. Il mio cane a 3 mesi era randagio a Roma .Forse gli ex padroni lo hanno picchiato e avrà subito traomi perciò ora non si avvicina a nessuno tranne che a me .
    Quando l’ ho adottata gli si potevano contare le ossa
    Quando vede persone nuove o in grandi quantità se la fà addosso
    Aiutatemi perchè io non so più che fare

    1. abitualo a piccoli passi: avvicinalo a una persona di tua conoscenza e tranquillizzalo, accarezzalo, dagli fiducia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>