Cani baywatch, sorveglieranno le spiagge del Lazio

di Redazione 1

cani_salvataggio_1

Amico fedele dell’uomo anche in acqua ed è così che ben 47 cani da salvataggio, faranno da angeli custodi dei bagnanti lungo le spiagge del litorale laziale. Dure e lunghe giornate di lavoro per tentare di portare in salvo chi non sa nuotare o si avventura fra le onde alte quando il mare non è molto calmo ed, in cambio, per loro solo qualche carezza, un biscotto e tanto affetto. Non costano nulla e, in più, svolgono un servizio esemplare gli animali che fanno parte di questo progetto, riproposto per il secondo anno concecutivo, che nasce dalla collaborazione tra la Provincia di Roma, che ha fornito circa 12mila euro di finanziamenti, la Capitaneria di Porto e la Scuola Cani da Salvataggio Tirreno. Tra le unità cinofile, ci sono pure alcuni esemplari donati dal capitano della Roma, Francesco Totti come, ad esempio, Flipper e Ariel. A luglio e agosto, quindi, niente ferie per loro ed, insieme ai loro conduttori, si troveranno sia sulle due basi di Anzio e Civitavecchia che al largo, dai mezzi nautici della Guardia Costiera.

Una idea che presto, certamente, potrebbe essere seguita da altre amministrazioni comunali e qualche bagnante incauto, probabilmente, potrà scoprire davvero personalmente quanto un amico a quattro zampe possa fare per salvare la sua vita. Un progetto entusiasmante, questo, come ha commentato anche l’assessore provinciale al Turismo, Patrizia Prestipino, nel giorno della presentazione del programma a Palazzo Valentini, avvenuta nelle scorse ore: “L’obiettivo – ha detto – è quello di garantire la sicurezza in mare sulle spiagge non attrezzata, con un occhio per tutti quei bagnanti che non possono permettersi di recarsi agli stabilimenti privati”.


A far da eco a questa affermazione, anche quella del presidente della Società Italiana Cani Salvataggio, Roberto Gasbarri che ha ribadito: “Sono animali eccezionali che possono trainare a riva fino a tre persone contemporaneamente. La loro stessa presenza è già un deterrente contro gi incidenti”. Tra i testimonial anche Kaspar Capparoni, che fa parte del casto del “Commissario Rex” che ha richiamato l’attenzione del pubblico contro l’abbandono degli animali.

foto: windoweb

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>