Cane con microchip ritrova proprietaria dopo 7 anni

di Redazione Commenta

Potere, sì potere è proprio il caso di dire, del microchip. Scomparso di casa 7 anni fa, un piccolo terrier di nome Mishka è stato raccolto in strada dai volontari della Animal Friends Humane Society a Hamilton, Ohio (Usa). Normale amministrazione, penserete! Se non fosse che la scansione di routine del microchip impiantato nella spalla, quale sempre si fa ai randagi, ha permesso il miracolo: il ricongiungimento con la sua incredula e felicissima familiare umana.

 

Mishka, cane ritrovato dopo 7 anni dalla scomparsa (2)

Ecco a voi un incredibile caso della vita, bello da raccontare, di quelli che riportano il sereno e fanno credere che la magia possa accadere in qualsiasi momento. Certo va favorita, propiziata, la magia: in questo caso con un benedetto, quanto doveroso, microchip.

Vi raccontiamo questa storia, all’inizio in grigio, poi culminata nel rosa: il terrier Mishka era scomparso a Hamilton, nello Ohio, dal cortile della casa della sua proprietaria, la signora Paula Graff, ben 7 anni fa. All’epoca il cagnolino aveva tre anni. Paula non ha mai perso la speranza di ritrovarlo, ma nel frattempo si è trasferita a vivere in un altro stato, il Teenessee.

Ora cosa abbia fatto Mishka per tutti questi anni, non è dato sapere. Magari era stato preso da qualche balordo solo con l’intento di fare un dispetto e poi abbandonarlo. Fatto sta che doggy Mishka  ha vagabondato come un randagio chissà per quanto tempo,  magari con la memoria della relazione, d’amore prelibatezze e coccole, vissuta con Paula, e anche lui con la speranza mai spenta di ritrovarla.

Finché l’altro giorno, trovato per strada dai volontari della Animal Friends Humane Society di Hamilton, è accaduto il miracolo. La lettura del microchip sottocutaneo, ha permesso di risalire a Paula, di rintracciarla e di regalare alla coppia ricongiunta, formata dal cane e dall’umana, una gioia senza precedenti. In un chicco di riso, tanto è grande un microchip, può nascondersi smisurata felicità!

 

Fonte journal-news.com

Foto facebook.com

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>