Cane con tosse e cardiopatia, conservazione dei farmaci

di cinzia iannaccio Commenta

Richiesta di consulto veterinario

Buonasera, ho da poco scoperto che il mio yorky di 14 anni è cardiopatico e l’ho scoperto con un ecocardio fatta dopo che per giorni aveva una brutta tosse. La terapia prescritta prevede un associazione di farmaci tra cui diuren e vetmedin. La domanda riguarda la conservazione del vetmedin, per comodità ho acquistato un portacompresse settimanale e diviso le pastiglie in base al dosaggio, ma ho notato che nel porta compresse diventano morbide….funzionano comunque? Perché mi pare che la tosse anche con l’inizio della cura non sia diminuita e non vorrei dipendesse da questo. Grazie anticipatamente.

tosse cardiopatia cane farmaci

Risponde il dottor Fabio Maria Aleandri, Medico Veterinario e direttore sanitario del Centro Veterinario Aleandri, con sede in Roma. Per contatti diretti mail [email protected] www.ambvetaleandri.eu

 

 

Gentile Sig.ra  Se le compresse si ammorbidiscono probabilmente l’ambiente in cui le conserva è umido. Non sono sicuro se questo possa o meno alterarne l’effetto, ma è sempre buona norma evitare qualunque tipo di alterazione anche visiva dei farmaci. Per questo è sempre meglio conservarli nella loro confezione chiusa. Il discorso della tosse è più complesso. Di per se l’insufficienza cardiaca non provoca tosse. Quello che può succedere è che , in seguito ad un marcato ingrandimento dell’atrio sinistro , questo vada a battere sulla biforcazione dei bronchi principali. Questo, se avviene in un cane con problemi tracheali può determinare tosse. Nel nostro caso penso che il problema cardiaco possa essere una insufficienza mitralica , in questo caso , nelle forme avanzate , può esserci un ingrandimento atriale sinistro. Inoltre si tratta di uno Yorkshire, razza predisposta al collasso tracheale. Queste due cose sono probabilmente la causa della tosse. A volte la terapia dell’insufficienza cardiaca migliora la tosse, ma non in tutti i casi. Bisogna quindi aspettare e valutare la risposta. Se la tosse continua potrebbe dipendere più dal problema tracheo-bronchiale. In questo caso può essere utile una radiografia per una conferma. Se confermato il problema tracheale può essere utile una terapia con antinfiammatori e (se si evidenzia una componente batterica) antibiotici. In alcuni casi può essere utile una terapia con anabolizzanti (stanozololo)

Cordiali saluti

 

 

Leggi qui tutte le risposte del Dott. Fabio Maria Aleandri medico veterinario

 

 

 

Se avete altre domande da porre ai ns veterinari potete visitare la pagina dedicata e riempire il form:

Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets

 

 

 

Il nostro “Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets” non fornisce diagnosi online e neppure la prescrizione di farmaci. Si tratta di un servizio di informazioni ed orientamento che mai potrà essere considerato sostitutivo di una visita specialistica diretta con il medico veterinario. L’invio della domanda corrisponderà all’accettazione di questa condizione di utilizzo.

Per le emergenze rivolgersi al servizio veterinario più vicino.

 

Photo Credits | Konstantin Gushcha / Shutterstock.com

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>