Allergia cane, dipende dal padrone?

di Valentina Commenta

L’allergia del cane dipende dal padrone? Potrebbe essere, almeno stando ai risultati di alcune ricerche in tal senso e più nello specifico di quella condotta dall’università di Helsinki. Un legame che non sempre porta alla manifestazione patologica ma che appare essere presente più di quanto si creda.

allergia cane padrone

Padroni e cani allergici insieme molto spesso

In poche parole se la persona è allergica, anche il suo cane può esserlo. Lo studio condotto dagli studiosi finlandesi ha infatti rilevato come le diverse tipologia di microrganismi presenti sull’epidermide del padrone e del suo migliore amico canino siano molto simili. Per dimostrare la loro ipotesi i ricercatori hanno preso un campione di 168 coppie formate da esseri umani e dal proprio cane: al fine di poter prendere in esame un insieme variegato hanno reclutato volontari sia in città che in campagna.

Studiando la storia clinica di queste coppie si sono resi conto che i cani e i padroni che abitavano in campagna e quindi in contesti pressoché rurali mostravano di avere una flora microbica molto ricca sulla pelle e questo portava gli stesi a non soffrire di sovente di allergie: è stato inoltre sottolineato che i batteri riscontrati erano nella maggior parte dei casi gli stessi. Le coppia cane – padrone provenienti dalla città presentavano meno microrganismi sulla pelle e una storia maggiore di incidenza di allergie.

Studiare rapporto patologie uomo-cane

allergia cane padrone

E’ importante studiare il legame tra le patologie di un cane e quelle del suo padrone: solo in questo modo sarà possibile garantire in modo più corretto la salute di entrambi. Questo è valido per i virus, basta pensare al Covid-19 e alla sua incidenza sugli animali domestici, tanto quanto per gli allergeni.  Nel caso specifico è importante sottolineare che diversi studi in passato hanno mostrato che si sviluppano meno allergie se sulla cute sono presenti diverse tipologie di microrganismi. E’ normale quindi che avendo cani e padroni la stessa tipologia di “flora batterica” sulla pelle, se il padrone è allergico, spesso lo è anche il cane.

Sempre parlando di allergie, è stato mostrato da alcune ricerche scientifiche che la presenza di un cane in casa aiuta a proteggere i bambini piccoli da questo problema proprio perché il loro sistema immunitario “familiarizza” con i batteri trasportati dal pelo o dalla saliva del loro animale. Insomma, ancora una volta è stato dimostrato un legame importante tra la salute dell’animale e quella del proprio padrone.

Importante: portate sempre il vostro cane dal veterinario per un consulto se osservate sintomi di allergia.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>