L’alimentazione dei ratti

di Redazione Commenta

alimentazione dei ratti

Ci siamo: avete deciso di accogliere un ratto nella vostra casa, avete allestito per lui una gabbia degna di un principe, e ora è arrivato il momento di pensare alla sua dieta. I ratti sono animali onnivori e questo vuol dire che devono mangiare un po’ di tutto, comprese le proteine. Per prima cosa bisogna sfatare il mito del mix dei semi per roditori; quelli possono andare bene per i criceti, ma non per i ratti, perché sono troppo grassi e poveri di nutrienti essenziali: questo tipo di roditore ha bisogno anche di frutta e verdura fresca e di proteine.

L’ideale sarebbe acquistare il mangime specifico per i ratti, composto da una miscela di semi, fiocchi di cereali e di pellet, al quale va aggiunto anche frutta, verdura e poi pasta, riso e pane. Un particolarità alimentare dei ratti è che sono neofobici, cioè quando vedono un cibo nuovo lo assaggiano in piccole quantità prima di decidere che va bene. Tra i cibi migliori per i ratti ci sono le verdure: le insalate, che devono essere lavate e asciugate molto bene, le carote cotte o crude, i peperoni, i pomodori, il sedano e i finocchi; la pasta cruda o cotta, della quale i ratti sono golosissimi, facendo attenzione a non condirla con troppi grassi, il pane, meglio se integrale.

Anche la frutta è importante nella dieta dei ratti, soprattutto quella dolce: quindi, sì a banane, pere, mele e fragole, no agli agrumi perché possono far insorgere dei tumori. Via libera anche a biscotti integrali, fieno, avena, crusca ed erba medica.

Poi ci sono i cibi da offrire ai vostri ratti con moderazione, oppure una volta alla settimana come se fosse una specie di premio, e cioè: piselli e cereali in generale, uovo, perché contenendo proteine animali è un alimento molto energetico, latte e formaggio, perché possono dare problemi di digestione; per quanto riguarda i semi di girasole e la frutta secca in genere, i ratti ne sono molto golosi, ma sono alimenti piuttosto grassi da somministrare con moderazione.

 

A differenza dei cani e dei gatti, per i ratti la cioccolata non è tossica, ma comunque gli va somministrata con estrema parsimonia, come del resto, le castagne cotte. Gli alimenti da evitare assolutamente sono: i già citati agrumi, le erbe aromatiche, perché nei ratti sono tossiche, le patatine fritte, perché sono troppo unte e grasse, la cipolla e l’aglio, la liquirizia, perché è tossica.

Commenta!

Offerte e promozioni pet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONTINUA A LEGGERE