Alimentazione dell’alano

di cinzia iannaccio 1

alimentazione alano

Avete presenti le dimensioni di un alano? Sorge spesso spontaneo domandarsi: ma quanto mangia? Di sicuro molto, ma un aspetto importante è anche quello che riguarda il “cosa”. L’alimentazione corretta negli animali domestici (come pure per gli esseri umani) è fondamentale per la salute, e lo è ancora di più in cani come l’alano, di taglia grande e dalla crescita rapidissima, soprattutto nei primi mesi di vita: se non nutriti in modo corretto, possono andare incontro a disturbi della struttura ossea (displasia dell’anca in primis) per cominciare. Ma cerchiamo di comprendere meglio.

L’alimentazione nei cuccioli di alano

Importante è la suddivisione dei pasti: in un cucciolo fino a tre mesi, è meglio distribuire l’intera razione quotidiana su 4 pasti, (circa 100 grammi l’uno), 3 fino ai 6-7 mesi di vita ed infine 2 al giorno (anche nel cane alano adulto). Non bisogna mai esagerare con le quantità ed anche la qualità deve essere ottimale, perfettamente equilibrata dei valori nutrizionali. In commercio esistono numerosi tipi di alimenti specifici per cani, per cuccioli ed anche per razze canine come gli alani. Sono consigliati perché equilibrati e spesso arricchiti di calcio e vitamina d, ma non per questo un’alimentazione casalinga va esclusa. E’ una questione di scelte. Il cucciolo non va fatto ingrassare, non gli si deve lasciare il cibo a disposizione nella ciotola tutto il giorno e deve essere invogliato a bere. Per tutto lo svezzamento occorre mantenere la medesima alimentazione (o industriale o casalinga) ed ogni cibo in più (in qualntità o qualità) va inserito gradatamente.

Alimentazione casalinga negli alani

Se si opta per un’alimentazione domestica al posto di quella industriale è importante sapere che il cibo principale sarà la carne, quale fonte essenziale di proteine, grassi e vitamine. Di fatto può mangiare anche il pesce (meno energetico in quanto povero di grassi, utile soprattutto per i cuccioli di alano), ma va deve essere assolutamente senza lische e cotto. Sì anche all’uovo: il tuorlo si può mangiare crudo, mentre l’albume è meglio cuocerlo. Ai cani piace anche il latte quale fonte proteica e non è sconsigliato, ma il suo uso deve essere controllato perché può provocare disturbi intestinali. Verdure a volontà, anche se i nostri amici a quattro zampe non le prediligono, il tutto da accompagnare con cereali a partire dal riso. Vanno evitati i grassi di origine animale. L’alano adulto ha un fabbisogno giornaliero di circa 1,500 grammi di cibo. Un impegno notevole anche dal punto di vista economico.

Leggi anche:

Foto: Thinkstock

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>