Vomito del cane: rimedi naturali e non per bloccarlo

di cinzia iannaccio 2

vomito cane rimediIl vomito nel cane è un disturbo molto frequente e dipende dal fatto che Fido tende ad ingerire quasi tutto quello che trova davanti al suo musetto e non sempre si tratta di sostanze commestibili o comunque facili da digerire. E’ una caratteristica fisiologica del cane (che però deve e può essere corretta con la giusta educazione) per la quale la natura ha fatto il suo dovere con un meccanismo di difesa: il “centro del vomito” nel cervello del cane è particolarmente sviluppato e quindi in grado di reagire rapidamente con l’espulsione di cibo non consono o in eccesso. Da qui anche la frequenza del vomito del cane. Ma esistono anche cause specifiche e patologiche di tale reazione, che vanno valutate con attenzione da un veterinario. Ecco quali sono.

Le cause del vomito del cane

La causa principale come abbiamo visto riguarda un vomito occasionale dovuto ad ingestione di sostanze non opportune, o in quantità eccessive. Non dobbiamo però dimenticare la cinetosi di Fido (mal d’auto), stress, vermi, infezioni batteriche o virali (parvirosi, cimurro), ma anche appendicite in peritonite, pancreatite, tumore, allergia alimentare, diabete, ostruzioni intestinali. Importante per stabilire le cause è anche capire la frequenza e le modalità dell’espulsione del cibo. Per tale motivo è anche opportuno conoscere la differenza tra vomito e rigurgito. Il vomito si ha quando il cibo o la sostanza è comunque scesa oltre l’esofago, fino allo stomaco e fuoriesce dopo essere stata anche parzialmente elaborata dai succhi gastrici. Il rigurgito riguarda invece la fuoriuscita di alimenti o altre sostanze che non sono andate oltre l’esofago, che vengono quindi espulsi sani, così come ingeriti.

Rimedi naturali per bloccare il vomito nel cane

Un vomito occasionale non richiede cure o attenzioni particolari, ma se gli attacchi si sviluppano più volte al giorno e per più giorni è opportuno rivolgersi al veterinario per una diagnosi e la terapia del caso, soprattutto se viene espulsa solo una sostanza schiumosa e gialla (laddove Fido non abbia mangiato), vi sia sangue, diarrea, letargia o gonfiore addominale. Nei casi più semplici, laddove il cane ha vomitato una sola volta basterà tenere l’amico a quattro zampe a digiuno e senza acqua per almeno 12 ore. Poi si potrà procedere a fornirgli poca acqua e/o cubetti di ghiaccio (affinché non sviluppi disidratazione e per vedere se il vomito continua). In caso di risposta negativa può essergli somministrato del cibo leggero (riso e petto di pollo bolliti) per poi passare dopo le 48 ore con gradualità alla dieta normale. In caso di megaesofago del cane si possono usare varie strategie come il seggiolone per cani.

I farmaci per bloccare il vomito del cane

Spesso però se il cane non smette di vomitare, può essere necessario fornirgli dei farmaci antiemetici per bloccare il problema o diventa importante somministrargli antibiotici o altri medicinali in grado di risolvere a priori il problema che determina il vomito, a volte anche la terapia chirurgica come nel caso della dilatazione gastrica nel cane.

Leggi anche:

 

Foto: Thinkstock

Fonte: ASPCA

 

Commenta!

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>