Viaggiare in macchina con i cani, che sofferenza!

di Francesca Spanò 1

Partire con gli amici a quattro zampe insieme al resto della famiglia, è una bella avventura. Bisogna assicurarsi che il viaggio sia tranquillo e non ci siano distrazioni, oltre a pensare al benessere  dell’animale. Si calcola infatti che tra il 17 e il 48% dei cani soffra il mal d’auto. Un disturbo fastidioso e invalidante nel momento di massimo malessere, che causa una serie di problemi. Forte salivazione, respirazione affannosa, agitazione, tentativi di fuga, tanto per citare un paio dei sintomi che possono angustiare il nostro Fido  mentre noi, incuranti, diamo per scontato il fatto che debba sopportare il tragitto o pensiamo si tratti di un leggero nervosismo… Finché, al culmine del malessere, non sentiamo un rigurgito improvviso riversarsi sul nostro tappetino appena lavato il giorno prima. La necessità è quella di assicurarsi che riesca a riprendersi in fretta per proseguire il giro. Come trovare un compromesso tra il benessere del nostro amico a quattro zampe e la nostra esigenza di mobilità?

cani in auto

Consigli per partire con Fido

Non esistono regole, ma consigli per garantire un viaggio tranquillo a tutti gli occupanti della vettura. Prima di tutto è necessario essere in possesso di un auto spaziosa e dotata di climatizzatore per rendere al nostro cane i mesi estivi meno cocenti. Qualora si decida di prendere un cane di grossa taglia è opportuno assumersi la responsabilità di questa decisione e non incarcerarlo in un’auto piccola. Soffrirà, infatti, le alte temperature più di noi oltre alla costrizione fisica. Recentemente è stato introdotto un nuovo servizio online per valutare e vendere auto usate a prezzi competitivi, dove alla peggio sarà possibile conoscere in pochi minuti il valore della propria autovettura e venderla per acquistarne una più spaziosa. Sembrano dettagli irrisori, ma in fondo pensandoci bene sono importanti per un essere vivente costretto a seguirci anche se non ama moltissimo le quattro ruote e il movimento di un’auto.

Del resto la legge parla chiaro: in Italia l’art. 169 del Codice della Strada vieta il trasporto di animali in condizioni che possano ostacolare la guida; in caso contrario si rischia una sanzione amministrativa piuttosto salata e il decurtamento di 1 punto dalla patente di guida. Per fortuna aggiungiamo noi. Questo, infatti, è un buon deterrente contro la tentazione di alcuni di pensare solo al proprio benessere e non a quello del proprio cane. Gli animali possono essere trasportati solo all’interno di apposite gabbie o contenitori oppure nel vano posteriore diviso da una rete. In ogni caso, bisogna essere certi che la loro salute sia sempre preservata.

Rimedi naturali per il benessere del cane

Infine, una volta armati della giusta attrezzatura, si potrà finalmente partire per un lungo viaggio con il nostro animale, senza però dimenticare di rendergli il tragitto più tranquillo somministrandogli un calmante oppure, ancora meglio, qualche prodotto di erboristeria come una goccia di olio essenziale di zenzero in un batuffolo di cotone posto al centro dell’abitacolo, di lasciarlo a digiuno 6-8 ore prima del viaggio, di fargli fare regolarmente delle pause e di lasciargli un pezzetto di finestrino aperto. Se poi si è così fortunati da possedere un animale che sta bene in tutte le occasioni, ovviamente, meglio ancora.

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>