Cavia peruviana, come prendersi cura del mantello

Come prendersi cura del mantello della cava peruviana o porcellino d’India? Questi animali originari del Sudamerica sono ormai da decenni animali domestici molto diffusi in Italia: occuparsi dei loro bisogni è importante per garantire loro una buona salute e mantenerli puliti.

cavia peruviana cura mantello

Lilo la cavia tuttofare (Foto)

Ecco a voi cari lettori la cavia Lilo: si tratta di un tenerissimo roditore adottato per soli dieci dollari da una ragazza con la passione per la fotografia, che lo ha reso in pochissimo tempo una star sul social network Instagram. Ecco alcune foto che ritraggono la cavia in alcune delle sue pose migliori, non trovate che sia davvero buffo?

cavia

Una cavia per amica (foto)

cavia

Booboo è una cavia, tenera e pacioccosa, morbida ed irresistibile. E’ il fedele amico della fotografa olandese Megan van der Elst, che lo ha eletto il suo modello preferito per delle fotografie veramente simpatiche: oggi vi proponiamo una galleria con alcune delle foto scattate da lei, dove la protagonista non  solo Booboo ma anche altre due sue amiche, Titi e Teddy.

L’alimentazione della cavia (seconda parte)

Oggi torniamo a parlare dell’alimentazione delle cavie; proprio ieri, nel post dedicato a questo tema, vi abbiamo i principali due nutrienti della dieta delle cavie, ossia i vegetali e il fieno, fornendovi anche un elenco della verdura e della frutta che possono essere offerti senza problemi alla cavia. Oggi vedremo gli altri elementi importanti dell’alimentazione delle cavie, ossia l’erba fresca, il pellet di erba e l’integrazione di vitamina C.

Durante la bella stagione è bene somministrare alla cavia dell’erba fresca da raccogliere magari nei campi di foraggio per animali; in ogni caso non raccogliere l’erba sul bordo della strada o nei campi destinati all’alimentazione umana perché potrebbero esserci delle sostanze nocive per la salute della cavia. Infine, non conservate l’erba nei sacchetti di plastica, perché potrebbero formarsi delle muffe; per conservarla, sistematela in un piano di legno esposto alla luce e all’aria.

Per pellet si intende il mangime composto da cilindretti verdi e deve essere offerto alla cavia solo ogni tanto, magari come premio; il pellet adatto alla cavia non deve contenere semi, frutta secca, cereali di nessun genere o crocchette colorate, deve essere composto solo da erbe, deve contenere circa il 20% di fibre, non ci devono essere grassi di origine animale e non deve essere specifico per topi, criceti o conigli d’allevamento, ma solo per cavie.

L’alimentazione della cavia (prima parte)

Chi decide di adottare un animale domestico deve, prima di farlo veramente, informarsi sulle cure necessarie per il benessere dell’animale scelto, prima fra tutti qual è la giusta alimentazione; non fanno eccezione a questa regola anche i piccoli roditori domestici, animali a prima vista facili da allevare, ma che in realtà necessitano di attenzioni esattamente come un cane o un gatto.

Se decidete di adottare una cavia, per quanto riguarda la sua alimentazione ricordate prima di tutto che è un animale erbivoro, e che quindi dovrà seguire una dieta a base di frutta e verdura fresca, erba fresca e fieno e, occasionalmente pellet a base di erba e un’eventuale integrazione di vitamina C.

Guinea pig, il porcellino d’India come animale domestico (fotogallery)

guinea pig foto cinqueGuinea pig, il maialino della Guinea, conosciuto anche come cavia domestica (Cavia porcellus), è un piccolo roditore originario dell’America del Sud, utilizzato molto spesso in laboratorio come organismo modello fino a qualche tempo fa, oggi un po’ meno. Il suo nome è probabilmente dovuto al verso simile a quello dei maiali, alla grande voracità e alla costituzione fisica che ricorda dei suini in miniatura. O probabilmente anche al fatto che in molti Paesi dell’America del Sud veniva servito come pietanza proprio come si fa con la carne di maiale, a tutt’oggi ci sono nelle Ande allevamenti di Guinea Pig a scopo alimentare. Sceglierlo come animale domestico può rivelarsi una bella esperienza, ma ci sono alcune cose importanti da tenere a mente prima di portarlo a casa.

I porcellini d’India sono un impegno a lungo termine, a dispetto di quello che si potrebbe pensare. Vivono in media dai 5 ai 7 anni. Pensateci prima di prenderlo, l’opzione mi sono stancato del nuovo giocattolo non deve essere presa in considerazione nè con i Guinea pigs né con nessun altro animale.