Cavia peruviana, come prendersi cura del mantello

di Valentina Commenta

Come prendersi cura del mantello della cava peruviana o porcellino d’India? Questi animali originari del Sudamerica sono ormai da decenni animali domestici molto diffusi in Italia: occuparsi dei loro bisogni è importante per garantire loro una buona salute e mantenerli puliti.

cavia peruviana cura mantello

Curare il mantello per proteggerne la salute

Prendersi cura del mantello del porcellino d’india, soprattutto quando questo è a pelo lungo, diventa un’accortezza che non può davvero mancare. E non solo perché questo consente di mantenere il suo colore e la sua bellezza intatti ma perché uno stato di pulizia di alto livello rende possibile evitare che il pelo si annodi o si infeltrisca, creando problemi di salute a questo piccolo animale domestico. Quando si possiede una cavia peruviana è importante fare attenzione che pezzi di fieno, segatura o feci non rimangano incastrati all’interno del suo mantello.porcellino

E’ per questo motivo, ad esempio, che non è consigliato usare come fondo della gabbietta fieno o segatura ma puntare all’uso di uno strato di pellet di carta riciclata o segatura che è possibile trovare in vendita in tutti i negozi di animali. Questo tipo di substrato infatti assorbe molto e non causa lesioni al porcellino d’india di nessun genere, contribuendo anche alla pulizia del suo pelo.

Il riuscire a mantenere il più possibile il suo pelo pulito consente di non costringere la cavia a sottoporsi a delle sessioni di spazzolatura non sempre gradite.

Come pulire il mantello della cavia peruviana

curare pelo del porcellino d'india

Come già anticipato la cavia peruviana a pelo lungo non ama essere spazzolata: motivazione per la quale, in caso si riscontrassero dei nodi nel pelo, sarebbe meglio tagliarli piuttosto che tentare di districarli con una spazzola. Ci si può muovere con una spazzola solo dopo aver tolto i nodi e anche in quel caso è bene usare strumenti morbidi (uno spazzolino da denti o un spazzola molto delicata, N. d. R.) ricordandosi di premiare il piccolo con un bocconcino goloso alla fine: in questo modo assocerà la toelettatura a qualcosa di positivo. Queste attenzioni sono particolarmente importanti da tenere in considerazione se la cavia è di sesso maschile: il rischio è che il pelo possa attorcigliarsi attorno al pene dando vita a lesioni o infezioni pericolose.

Per ciò che concerne i bagni essi devono essere presi in considerazione solo se il porcellino d’india dovesse sporcarsi in modo importante o se la zona anale risultasse molto sporca: generalmente questo animale è molto pulito e non necessità di una simile cura.

Nel caso si decida di lavare la cavia è importantissimo asciugare bene la pelle bagnata per evitare che il porcellino d’india si possa ammalare o che possa contrarre infezioni cutanee

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>