Area di sgambamento troppo vicina a un condominio, come fare?

Richiesta di consulto legale: Gentile avvocato, io ed altri abitanti del mio condominio viviamo una situazione di disagio, da quando hanno realizzato in aderenza al nostro stabile una area per cani . L’area è costantemente aperta giorno e notte ed è diventata un canile a cielo aperto, in zona non esistono altre aree di sgambamento e tutti i proprietari di cani portano il loro animale in questa area. Volevo chiederLe, esiste una regolamentazione che indichi quale sia la distanza minima che questa area di sgambamento deve avere rispetto alle abitazioni?

Area di sgambamento

Cocker spaniel salva gatto abbandonato in una scatola

Una bella storia che questa volta ci giunge da Londra: un cane ha infatti tratto in salvo un gatto che era stato abbandonato dentro ad una scatola. Ma ecco come si sono svolti i fatti. Il cane Maisie, un cocker spaniel di due anni, si trovava in un parco, il Wormwood Scrubs, per la sua solita passeggiata, quando ad una certo punto qualcosa ha attirato la sua attenzione.

aggressività cagna in calore

Un parco per cani climatizzato? Ecco dove!

Un parco dotato di climatizzatore dedicato agli amici a quattro zampe? Succede a Dubai, la capitale dell’eccesso e delle stranezze! L’ultima arriva proprio in questi giorni, dove il caldo impazza e le temperature roventi si fanno insopportabili, non sono per gli uomini ma anche per i pet. Come fare allora per sopportare la calura? Ecco l’idea che hanno avuto: creare un parco per cani climatizzato!

parco per cani

Cani senza guinzaglio, cosa dice la legge

Quanti di voi hanno ceduto alla tentazione di lasciare il proprio animale domestico senza guinzaglio, in un’area in cui non è consentito lo sgambamento dei cani? Beh, da oggi in avanti molti di voi ci perseranno bene prima di lasciare libero Fido! A Bari in zona Parco Perotti le forze dell’ordine hanno iniziato a fare le prime multe: ben 300 euro ai trasgressori. Ci siamo già occupati della vicenda lo scorso aprile, ma oggi vogliamo approfondirla occupandoci dell’aspetto legale e degli obblighi dei proprietari di animali.

I cittadini multati ovviamente non sono contenti di quanto accaduto loro, sostenendo che si tratta di un modo come un altro per rimpinguare le casse municipali, dal momento che non esistono delle vere e proprie aree attrezzate in città. In realtà la legge la pensa diversamernte: infatti vige un divieto generale di lasciare incustodito i cani o altri animali in luogo pubblico o comunque frequentati da persone, questo per un generale principio di prevenzione da comportamenti aggressivi o non controllabili dell’animale.

Se poi si analizzano i vari regolamenti comunali, si potranno certamente trovare norme analoghe: occorre sempre verificare che all’ingresso del parco siano presenti le apposite tabelle che vietano l’ingresso al parco di cani non muniti di guinzaglio. Lasciare liberi gli amici a quattro zampe in luoghi pubblici costa caro: le ammende vanno dai 50 fino ai 300 euro. L’obbligo di tenere i cani al guinzaglio è imposto da un’ordinanza del ministero della Salute del 2009 che, inoltre, obbliga i padroni a portare con sé la museruola da applicare in caso di potenziale pericolo.