Lo svezzamento del coniglio: video

di Redazione Commenta

svezzamento del coniglio

Se avete in casa dei conigli come animali domestici e decidete di farli accoppiare, occorre che vi prepariate alla nascita di tanti piccoli batuffolini morbidi, che mamma coniglio accudirà fin subito dopo la nascita. Nel video che vi mostriamo di seguito, ecco alcune tecniche e consigli sul cosa fare e cosa non fare nelle prime cinque settimane, dopo la nascita dei piccoli di coniglio, ed in particolare alcuni consigli sullo svezzamento del coniglio.

I conigli nascono con gli occhi chiusi, privi di pelo e sordi, ricoperti dall’invoglio fetale che viene tolto da mamma coniglia negli intervalli tra le nascite: poi vengono ripuliti e coperti dal nuovo pelo. E’ importante che nessuno tocchi i piccoli con le mani, onde evitare di togliere l’odore materno: eventualmente potete toccare i piccoli dopo aver sfregato le mani sul dorso della coniglia o sul fieno, altrimenti si rischia che la madre non riconosca i piccoli e non li allatti, o peggio, li possa uccidere.

Se notate che la coniglia non allatta un piccolo intervenite immediatamente: potrete farvi consigliare dal veterinario per allattarlo con un piccolo biberon apposito o una siringa, oppure ponendo il piccolo accanto ad un’altra coniglia divenuta madre, in maniera tale che possa magari prenderlo con se e accudirlo. Lo svezzamento dei conigli perdura per circa cinque settimane, al termine delle quali i coniglietti potranno alimentarsi del tutto autonomamente: non cambiate la gabbia o la zona dove i vostri conigli sono soliti stare, ma fateli vivere e giocare tutti assieme. Vedrete quanto sono belli mentre giocano e interagiscono gli uni con gli altri!

Se avete avuto delle esperienze di svezzamento di conigli o avete consigli utili, magari per altre persone che amano questi animali tanto da diventare i loro pet, scriveteci e raccontateci: nel frattempo vi lasciamo alla visione del video tutorial. Buona visione a tutti!

Fonte video: Youtube

Foto credits: Thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>