Scottish Terrier, il signore scozzese

di Claudia 3

Scottish

Alcuni sostengono che lo Scottish Terrier sia la razza indigena più antica della Gran Bretagna. Fu conosciuto come Aberdeen Terrier, prendendo il nome dalla cittadina in cui venne allevato. La razza così come la conosciamo adesso deriva da quell’antenato e probabilmente proviene dallIsola di Skye, nelle Highlands occidentali. Ha conosciuto una grandissima popolrità sia agli inizi del secolo scorso che nel dopoguerra, popolarità che si è diffusa dalla Gran Bretagna agli Stati Uniti ed ha fatto in modo che le forme così deliziose dello Scottish divenissero stemmi per i mazzi di carte, simpaticissimi pupazzi di pezza, e infine anche oggetto di pubblicità e di trame di romanzi, che vedevano lo Scottish sempre appiccicato all’investigatore di turno.

Come ogni Terrier anche lo Scottish è un cacciatore, in questo caso la sua selezione dette vita a un cane per la caccia alla volpe e al tasso, specializzato nello scavare nelle pietraie. Lo Scottish come molti cacciatoti, ad esempio il Jack Russell, è devoto a questa sua attività, unghie e zampe lavorano solo per trovare la preda, scavando incessantemente. In più questo cagnolino dal fare così simpatico è pronto ad accendersi per un nonnulla, abbaia di fronte a qualsiasi cosa gli sembri sospetta, o gli sembri una preda.

Lo Scottish Terrier è diventato così popolare proprio grazie a questi suoi modi eccessivi, che uniti al suo sguardo e un’espressione così intensa, danno vita a un mix a cui non si può proprio resistere. In più lo Scottish ama estremamente le persone, ciò che fanno, e non vede l’ora di poter partecipare attivamente alle attività degli esseri umani, non come spettatore ma come protagonista, combinandone spesso di cotte e di crude, e rendendosi così ancora più simpatico ai nostri occhi.

La fama che raggiunse negli Stati Uniti fu segnata sia dalla sua fisicità, che lo portò a ritrovarsi su annunci, figurine, foto, fumetti, fondando così una vera e propria iconografia arrivata fino ai giorni nostri; gli americani però si legarono così tanto a questo cane anche perchè uno dei padroni era un uomo illustre, un presidente degli Stati Uniti d’America, Franklin Delano Roosevelt. Il suo Scottish Terrier si chiamava Murray il fuorilegge di Fala Hill, ma tutti lo conoscevano come Fala. Nell’aprile del 1945, quando il presidente morì, Fala fu ritrovato in un angolo della stanza, e sfondando una porta finestra corse via, verso una collinetta, abbaiando contro qualcuno che solo lui poteva vedere. Rimase lì per la sua veglia. E questo non è di certo il primo caso in cui un cane ha visto qualcosa che agli altri non era stato dato di vedere.

Lo Scottish Terrier è un cane di piccola taglia, vigoroso, compatto, robusto, corto di arti, ben piantato sulle zampe, più lungo che alto. La sua altezza va dai 25 ai 28 centimetri mentre il peso dagli 8 ai 10 chili. Ha la testa lunga, ma proporzionata al corpo, e comunque la barba e i baffi la fanno sembrare squadrata e armoniosa con ilcorpo. Gli occhi sono piccoli e luccicanti, a mandorla; le orecchie piccole e a punta; la coda di media lunghezza viene portata eretta, ad aggiungere un tocco di spavalderia al suo fare già così buffo e un po’ spocchioso! Il pelo è lungo, duro e folto, con un sottopelo morbido. Le sopracciglia cespugliose e i mustacchi completano il quadro, facendolo apparire più che come un cane come un severo signore scozzese! Il colore del mantello è solitamente nero, ma sono possibili anche il grigio, il sabbia, lo striato e il formentino.

Solitamente lo Scottish è un cane allegro e vivace, ma può diventare arcigno e scontroso se non si trova con persone che gli piacciono. E’ affettuoso, indipendente, intelligente e dignitoso. Tende a legarsi solo ai componenti più stretti della famiglia, infatti spesso resta completamente indifferente agli estranei. Accoglie i visitatori inaspettati abbaiando rumorosamente, rischiando di divenatare intrattabile, se poi insieme agli ospiti arriva anche un altro animale allora è la fine!

Va addestrato con cura e gentilezza, perchè è molto sensibile alle lodi, ma anche ai rimproveri. Nei primi mesi di vita bisogna placare la sua componente aggressiva, in modo che non prenda il sopravvento. Adora scavare per terra, lo farà ogni volta che ne avrà la possibilità, infatti è un cane che si adatta bene alla vita di appartamento e alla città, ma il suo ambiente ideale è la campagna. Non è un buon compagno di giochi per i bambini, visto che non gli piace essere troppo toccato e maneggiato in modi bruschi, però sarà un amico simpatico e attento per voi adulti, sempre pronto a giocare e a fare confusione, per poi ritornare ad essere l’imperturbabile signore scozzese con i baffi.

[Photo Credits: CRYSTALSPICS, Little Charlie. ks-claw]

Commenta!

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>