Schapendoes, carattere e allevamenti

di Redazione Commenta

Schapendoes carattere allevamenti

Lo Schapendoes è una razza originaria dei Paesi Bassi (schaper in olandese significa pastore), dov’era apprezzata dai pastori, fin dagli inizi dell’Ottocento, per la sua intelligenza e il suo ardore infaticabile. Durante la seconda guerra mondiale ha rischiato l’estinzione e dobbiamo ringraziare P.M.C. Topol, che ne ricostruì il patrimonio genetico, se oggi questa razza esiste ancora.

Schapendoes: carattere

Lo Schapendoes è un cane di taglia media a pelo lungo e come tutti i cani da pastore possiede un carattere attento e coraggioso. Inoltre, ha una buona memoria, una notevole facilità di apprendimento e molta buona volontà. Questo simpatico amico a 4 zampe è un vero è proprio vulcano di energia, è sempre gioioso e vivace, ma mai irruento o nervoso. È socievole con gli altri animali ed è un dolce compagno di giochi dei bambini.

Dai proprietari viene definito spesso un piccolo clown per via della sua propensione a far ridere e non di rado sfrutta queste sue doti da “commediante” per evitare una punizione o nascondere una marachella. Lo Schapendoes può vivere in appartamento, a patto però che trovi sfogo nel movimento, nelle corse all’aperto e nei giochi con gli altri amici a 4 zampe. Essendo un cane a pelo lungo il mantello richiede un po’ di attenzione nella cura. Una buona spazzolata a settimana, tuttavia, basterà ad evitare la formazione di nodi.

Schapendoes: allevamenti

Lo Schapendoes non è una razza molto nota in Italia. Esiste, infatti, un unico allevamento, che è l’Allevamento Des Uns et Des Autres. Si trova a Monzambano (MN). Per chiedere informazioni potete inviare una email all’indirizzo di posta elettronica [email protected] o chiamare il numero 0376 809235.

Photo Credit| Thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>