La riproduzione dei criceti

di Redazione 2

riproduzione criceti

La prima gravidanza nei criceti può avvenire già dal quarto mese di vita, in quanto questi piccoli roditori raggiungono la maturità sessuale molto presto; in natura il periodo della riproduzione va da febbraio a novembre ma in cattività possono accoppiarsi tutto l’anno. Le femmine di criceto vanno in calore ogni quattro giorni per circa due ore, e sono particolarmente fertili di notte.

Stabilire se la femmina è rimasta incinta in seguito all’accoppiamento è difficile, perché la condizione appare evidente solo pochi giorni prima del parto; in ogni caso ci sono dei segnali che permettono di capire se la femmina è incinta o no, come, ad esempio, il fatto che inizia a preparare freneticamente il nido. Una volta appurata la nuova condizione, dovrete cercare di rendere la gabbia il più accogliente possibile per prepararla all’arrivo dei piccoli, e quindi fornire alla futura mamma tutto il necessario, come più materiale del solito per il fondo della lettiera e più carta igienica rigorosamente non profumata e non colorata.

Per quanto riguarda il futuro papà, è importante che, già dopo l’accoppiamento, venga messo in un’altra gabbia e tenuto separato dalla femmina fino al completo svezzamento dei cuccioli; questo è necessario perché il maschio potrebbe uccidere i cuccioli appena nati, essere a sua vota ucciso dalla mamma, oppure tentare di nuovo un accoppiamento e quindi mettere in pericolo la salute della femmina e dei piccoli.

Durante il periodo della gravidanza bisogna dare più cibo alla futura mamma, e quindi aumentare il numero dei semi, darle, ogni tanto, un cucchiaino di latte fresco parzialmente scremato, assolutamente non a lunga conservazione e a temperatura ambiente, allungato con un po’d’acqua in modo che sia più digeribile, e poi tuorlo d’uovo, vegetali, formaggio e altri cibi proteici.

La gravidanza della femmina di criceto dura circa 15-20 giorni e durante questo periodo dovete lasciarla tranquilla ed evitare rumori ed emozioni forti per non rischiare di far morire i cuccioli. Pochi giorni prima del parto togliete dalla gabbia giochi e oggetti che potrebbero essere dannosi per i piccoli; è importante, inoltre, che per almeno 15 giorni dopo il parto non puliate la lettiera perché non bisogna assolutamente toccare i cuccioli prima di questo termine.

Nei prossimi giorni vi illustreremo come avviene il parto nei criceti e come procedere allo svezzamento dei cuccioli: continuate a leggerci!

 

Commenta!

Commenti (2)

  1. Complimenti per il vostro sito, in quanto è completo e dettagliato, e spiega con praticità e assoluta precisione ciò che riguarda l’animale interessato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>