Il pronto soccorso per animali, a Torino arriva l’ER per cani e gatti

di Redazione 4

Se il cane o il gatto stanno male all’improvviso, specie se al di fuori delle fasce orarie del nostro o di altri veterinari della zona, è un bel problema. Ed in certi casi, lo sappiamo, la tempestività è tutto. Oggi chi è di Torino e provincia può trovare assistenza sanitaria no stop al nuovo pronto soccorso per animali di via Leonardo da Vinci 48, a Grugliasco, aperto alla facoltà di veterinaria. Un servizio garantito 24 ore su 24 che è partito a fine agosto e che ha così ampliato i servizi già offerti in precedenza dalla clinica universitaria torinese, che operava su 4.000 casi all’anno.

A pochi giorni dall’apertura, si fa già un primo bilancio, inutile dire positivo. L’ER per cani e gatti ha già attirato l’attenzione di molti proprietari, ma non fa poi così tanta concorrenza ai veterinari privati, perchè molto spesso c’è un clima di collaborazione, dal momento che non tutti gli studi sono dotati delle attrezzature per operazioni più complesse e che al pronto soccorso per animali si trattano in gran parte le emergenze notturne ed i casi più difficili.

Come ha spiegato il preside di Veterinaria, Bartolomeo Biolatti:

Lo scopo è quello di venire incontro alla richiesta non solo dei singoli cittadini che posseggono un animale domestico, ma anche dei veterinari privati, con i quali non siamo in competizione ma vogliamo continuare a collaborare: molti di loro non hanno, né potrebbero avere, tutte le attrezzature e le competenze specialistiche per far fronte ai casi difficili.

La struttura consta di due postazioni, un defibrillatore, macchinari per radiografie ed ecografie, un laboratorio di analisi del sangue e  può contare sulla presenza di due veterinari e quattro studenti sempre presenti, con la possibilità di richiedere il consulto di specialisti immediatamente reperibili per le emergenze ortopediche, cardiologiche, tossicologiche e così via.

In caso di emergenza, nel percorso fino all’ospedale si può chiamare lo 011/6709331 per ricevere le prime indicazioni sul da farsi già in auto, in attesa di affidare l‘animale a mani più esperte. Purtroppo le prestazioni del pronto soccorso per animali sono a pagamento, perché non esiste l’equivalente di una copertura dei costi delle emergenze, a carico del servizio sanitario nazionale, anche per gli animali e la struttura riesce a rimanere aperta proprio grazie al pagamento di chi usufruisce dei suoi servizi.

[Fonte: TorinoRepubblica ]

Commenta!

Commenti (4)

  1. sono sdegnata dal vostro prestato di irei mia sorella vi ha portato uno scizu di 25 mesi dicendovi che non stava bene voi avete fatto una blanda visita prendendovi 80 euro e rimandandola a casa dicendo che stava bene e i suio lamenti forse erano dovuti al collare messo male bene oggi il cagnolino e mancato per un emmoragia interna vergognatevi

    1. Scusa, hai sbagliato posto. questo è un blog, non il sito di un veterinario, non facciamo visite e neppure incassiamo. Nonostante ciò ci dispiace per il piccolo. E’ una vera vergogna, hai ragione. ;=(((

    2. @monica:
      hai veramente ragione,io ho portato un gatto ieri sera che li usciva sangue dal naso e dalla bocca e non mi hanno nemmeno guardato perche mi sono rifiutata di dare 80 euro,ne avevo solo 40 con me.
      prima di arrivare ho telefonato e spiegato la cosa e mi sono ritrovata con una risposta assrurda del tipo che ha fame!!
      adesso so che quando esce il sangue da tutte le parti agli animali vuol dire che hanno fame…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>