Piastrine basse cane quali malattie tra le cause?

di cinzia iannaccio Commenta

Richiesta di consulto veterinario su piastrine basse cane malattie cause
Buonasera, al mio cane ( meticcio di 4 anni e mezzo) è stata riscontrata nel mese di ottobre un’ernia lombare. Al momento della risonanza magnetica ai fini dell’operazione è stato riscontrato un problema alle piastrine per cui non è stato possibile operarlo . I suoi valori stanno peggiorando : 18 ottobre : valore piastrine 91 11 novembre : valore 31 06 dicembre : valore 29 Il veterinario pensando ad un problema del sistema immunitario gli ha prescritto del cortisone che però non è servito. È risultato negativo alle seguenti malattie : ehrlichia canis, dirofilaria immitis, borrelia e anaplasma phagocytophilum. Martedì avremo la risposta per erlichiosi e leishmania. Il cane sembra stare bene, gioca, mangia, ha solo sporadici episodi di diarrea. Vorrei sapere se ci sono altre malattie che fanno abbassare le piastrine cosi da suggerirlo al veterinario per i futuri esami. Grazie mille

piastrine basse cane

Tipo di consulto Veterinario Generale
Tipo di problema Piastrine basse cane malattie cause

 

Risponde il dottor Fabio Maria Aleandri, Medico Veterinario e direttore sanitario del Centro Veterinario Aleandri, con sede in Roma. Per contatti diretti mail [email protected] www.ambvetaleandri.eu

 

Gentile Sig.ra  Le cause di piastrinopenia (piastrine basse ndr) possono essere molteplici. Prima di tutto però bisogna valutare se si tratta veramente di piastrinopenia. Infatti a volte i risultati vanno interpretati considerando sia il numero , sia la presenza o meno di aggregati piastrinici, sia la stima piastrinica. Questi tre parametri devono essere presenti nell’analisi. In linea di massima se il numero è molto basso, ma sono presenti aggregati piastrinici numerosi (++/+++) e la stima è adeguata probabilmente non c’è pistrinopenia o comunque le piastrine sono più di quelle contate. Se invece ilo numero è basso, la stima inadeguata ma gli aggregati sono tanti (++/+++) la situazione è dubbia e va rivalutata. Se il numero di piastrine è molto basso , gli aggregati sono assenti o pochi (+) e la stima è inadeguata molto probabilmente ci troviamo difronte a una vera e propria piastrinopenia. I motivi per cui una conta piastrinica può risultare falsamente bassa (pseudotrombocitopenia), sono tanti tra questi : un prelievo difficoltoso  che attiva le piastrine e il processo coagulativo o ipercoagulabilità del sangue (entrambe le situazioni portando alla formazione di coaguli  e/o aggregati nella provetta), presenza di macropiastrine che non vengono lette dalla macchina (in questo caso la stima il piastrinocrito sono normali) , rapporto sbagliato tra sangue e coagulante nella provetta (troppo sangue nella provetta) e mancata miscelazione del sangue nella provetta  (in questi casi si forma un coagulo nella provetta) , eccessiva pressione nel versare il sangue nella provetta (per questo va versato togliendo l’ago.). In particolare va valutato bene il problema delle macropiastrine, si tratta di un problema ereditario per cui si formano poche piastrine, tra  30.000 e 120.00 per mcl , ma il cane non ha nessun problema. Si tratta di una situazione ereditaria conosciuta in diverse razze : Cavalier King Charles Spaniel , Norfolk e Cairn Terriers, Labrador Retrievers, Barboni, Chihuahua, Shih Tzu, Maltesi Terrier, Jack Russell Terriers, Akita inu e anche a volte in loro derivati.

Le cause invece che possono portare a piastrinopenia vera sono diverse:

1) Minore produzione a livello del midollo osseo per cause tossiche, infettive , metaboliche; in caso di necrosi, mielofibrosi, mieloftisi , neoplasie
2) Maggiore distruzione di piastrine : piastrinopenia immunomediata
3) Maggiore consumo : emorragie acute o croniche
4) Sequestro piastrinico, soprattutto a livello della milza

Quindi è necessario procedere agli esami ematobiochimici di base, profilo coagulativo,  ricerca delle principali malattie infettive , esame del midollo osseo  , radiografie toraciche ed ecografia addominale (per valutare la presenza di neoplasie e le condizioni della milza, ricerca degli anticorpi antipiastrine. Va anche escluso un problema secondario a farmaci.

Purtroppo le cause come vede possono essere tante. Le analisi sono già state fatte, magari farei il prelievo del midollo e i test per gli anticorpi

Cordiali saluti Dott. Fabio Maria Aleandri Medico Veterinario

 

Leggi anche:

 

 

 

 

Se avete altre domande da porre ai ns veterinari potete visitare la pagina dedicata e riempire il form:

Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets

Il nostro “Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets” non fornisce diagnosi online e neppure la prescrizione di farmaci. Si tratta di un servizio di informazioni ed orientamento che mai potrà essere considerato sostitutivo di una visita specialistica diretta con il medico veterinario. L’invio della domanda corrisponderà all’accettazione di questa condizione di utilizzo.

Per le emergenze rivolgersi al servizio veterinario più vicino.

Foto: Thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>