Pets in vacanza, il vademecum dei veterinari

di Fabiana Commenta

Viaggiare in sicurezza con i nostri animali da compagnia non è solo auspicabile, ma anche obbligatorio: in soccorso dei tantissimi proprietari di pets che partono o sono in procinto di partire con il loro animali da compagnia anche per le vacanze estive, arrivano i consigli della Campagna educativa dell’Ordine medici veterinari di Roma. 

kit, viaggio, cane, cane, viaggio, auto, 10 cani che amano la vacanza in campeggio (FOTO)

Una campagna a cui ha aderito anche la Polizia di Stato con la la Campagna nazionale #lamiciziaèunacosaseria per contrastare l’abbandono degli amici a quattro zampe.

Il vademecum dei medici veterinari

Il cane deve essere necessariamente dotato di microchip e iscritto all’ anagrafe.

L’iscrizione è obbligatoria e non averlo fatto espone al rischio di smarrire per sempre il nostro amico. Si tratta inoltre di un illecito e quindi sanzionabile.

È sempre utile munire il nostro amico di una medaglietta con i nostri recapiti nel caso in cui si dovesse smarrire. 

Si si è diretti all’estero è bene verificare prima di partire cosa effettivamente occorre, passaporto, certificati sanitari per l’espatrio, interpellando per tempo il nostro veterinario, chiedendo al servizio veterinario della A.S.L. e chiedendo informazioni presso ambasciate e consolati di paesi terzi alla U.E.

Mai dimenticare la ciotola ed una scorta di acqua fresca per dissetare il nostro amico a quattro zampe. 

Ricordate che non sempre il viaggio in auto è un piacere per i nostri animali domestici perché possono soffrire il mal d’auto. 

Se non ha mai viaggiato fate prima una prova: in caso di problemi rivolgetevi al veterinario. 

Se già sapete cosa dargli, somministratelo per tempo e portate quanto occorre per un viaggio di ritorno in tranquillità. 

Se assumono abitualmente altri farmaci ricordate di portarli con voi e conservateli in un apposito contenitore termico perché in auto le temperature salgono e l’integrità dei farmaci potrebbe essere compromessa. 

Ricordate di applicare ai vetri dell’auto tendine parasole per evitare la luce diretta del sole anche se l’auto è climatizzata.

Se l’auto non dispone di aria condizionata meglio evitare di viaggiare durante le ore più calde della giornata.

Se il tragitto richiede molte ore, programmare delle soste per permettere a fido di “sgranchirsi” le zampe, fare i propri bisogni e dategli acqua da bere. È necessaria una sosta ogni due ore. sosta ogni due ore circa.

Nelle aree di sosta e parcheggio e negli autogrill è indispensabile l’uso del guinzaglio. Informatevi per pianificare le soste. 

Agganciate e tenete corto il guinzaglio a fido prima di scendere dalla macchina, lasciatelo scendere da destra se alla vostra sinistra c’è una strada dove possono passare macchine e camion.

 Non lasciare mai e poi mai gli animali da soli ed assolutamente mai nell’auto chiusa.

Ricordate che avere un animale implica la consapevolezza di dover essere proprietari responsabili. 

 

VACANZE CON IL CANE E IL GATTO, I CONSIGLI

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>