Percorsi per gatti: che cosa bisogna sapere?

di Redazione Commenta

Un gatto è un animale che ha sempre bisogno di stimoli per non annoiarsi. Cosa, che è ancora più importante se si abita in città o rimanere per molte ore chiuso all’interno di un appartamento. I percorsi per gatti sospesi in legno sono un ottimo modo per farli divertire e allo stesso tempo farli mantenere mentalmente e fisicamente in forma.

Grazie agli amici di Athleticat, abbiamo realizzato una guida completa che racchiude le caratteristiche più importanti da prendere in considerazione al momento dell’acquisto.

percorsi per gatti



Che cosa è un percorso per gatti?

Un percorso per gatti, non è altro che un insieme di passerelle, scale e zone di sosta dove il gatto può rilassarsi o giocare. Anche se molti padroni sono “spaventati” quando vedono per la prima volta il proprio gatto su questi percorsi, non esiste nessun motivo per spaventarsi.

L’equilibrio dei felini, così sviluppato e intriso nella loro natura, gli permette di non avere nessun problema mentre corrono e giocano lungo questi percorsi.

Perché il proprio gatto ha bisogno di un percorso dove giocare?

I percorsi per i gatti sono un’ottima soluzione per creare nella propria casa una zona riservata al loro divertimento. Una zona dove possono giocare, correre e sonnecchiare senza che nessuno li disturbi.

Anche se si lavora o si passano molte ore della giornata fuori casa, grazie a questa attrezzatura per il proprio gatto si sarà sicuri durante la propria assenza non si annoierà. Mentre si divertirà con il percorso a lui dedicato, non avrà lo stimolo di:

– uscire al di fuori della propria abitazione per giocare;
– vagare per le strade nelle vicinanze di casa;
– andare a giocare con gatti randagi o del vicinato.

Se il proprio gatto è al sicuro nella propria abitazione, si potrà allontanarsi da casa con più sicurezza e senza il pensiero di trovare brutte sorprese al proprio ritorno.

Perché scegliere un percorso per gatti in legno?

Il legno è un materiale naturale, perfetto per essere a diretto contatto con le zampe del gatto e la sua bocca. È bene ricordare, che i gatti si puliscono con le loro zampe e la saliva presente in bocca. Proprio per questo motivo, un materiale naturale è la scelta perfetta per farlo giocare in sicurezza in ogni momento del giorno e della notte.

Al contrario, un materiale come la plastica potrebbe non essere la scelta ideale. La plastica, con il passare del tempo e l’effetto delle unghie del gatto, si potrebbe scheggiare e quindi diventare pericolosa per la sua salute. Ingerire dei pezzi di plastica, potrebbe portarlo a una indigestione o nei casi peggiori a una intossicazione.

Pro e contro dei percorsi per gatti

Potrebbe sembrare facile scegliere un percorso per gatti, ma è sempre bene pensare a tutte le caratteristiche che possono essere di vitale importanza per il suo benessere fisico e psichico.

Cosa è bene tenere a mente quando si sceglie un percorso per gatti:

– la cosa principale da tenere a mente quando si sceglie un percorso per gatti è lo spazio a disposizione. Non deve essere né troppo grande né troppo piccolo il percorso. In questo modo, il gatto o i gatti, avranno la possibilità di giocare in uno spazio adeguato;
– la disposizione del percorso deve offrire anche delle zone dove riposarsi oltre a giocare. Questo, permetterà al gatto di crearsi una sua zona dove stare in pace e tranquillità.

Dove acquistare un percorso per gatti?

Internet è il luogo migliore dove trovare una vasta selezione di percorsi per gatti di varie dimensioni e accessori. Da quelli più basici a quelli più grandi e ricchi di zone di sosta e tira graffi.

Le proposte di Athleticat, realizzate in legno e in materiali di altissima qualità, permettono di ricevere presso il proprio indirizzo un prodotto idoneo per il proprio gatto. Prodotto, che potrà essere ideale per offrire ore e ore di gioco e divertimento per molto tempo.

Commenta!

Offerte e promozioni pet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONTINUA A LEGGERE