Un Natale a prova di gatto, paura dei botti

di Redazione Commenta

Solitamente è il cane ad avere paura di botti e tuoni, ma non è affatto raro che anche i gatti sviluppino il terrore di rumori forti come lo sono i fuochi pirotecnici, comuni durante le feste natalizie. Specie i gatti sensibili come quelli che hanno subito traumi da gattini o maltrattamenti ed associano il frastuono ad eventi negativi e dolorosi, preferendo piuttosto una casa tranquilla ed il silenzio. Spiegano dalla LAC, la Lega per l’Abolizione della Caccia:

Nei gatti, e soprattutto nei cani, un botto crea forte stress e spavento tali da indurli a fuggire dai propri giardini e recinti, per scappare dal rumore a loro insopportabile, finendo spesso vittime del traffico o di ostacoli non visibili al buio.

Va ricordato che cani, gatti e piccoli animali domestici si spaventano quasi a morte per i botti della notte di San Silvestro; ciò è dovuto in particolare alla loro soglia uditiva infinitamente più sviluppata e sensibile di quella umana. A San Silvestro chi possiede cani e gatti deve seguire alcuni accorgimenti: se si tratta di gatti, è bene rinchiuderli in luoghi tranquilli (garage, bagno, ecc.), possibilmente chiudendo le finestre in modo che anche i bagliori, oltre ai rumori, siano diminuiti. Non utilizzare i botti sarà un segno di civiltà e sensibilità.

Non facciamoci trovare impreparati ed organizziamoci per far trascorrere anche al nostro gatto un Natale sereno. Per precauzione, innanzitutto, è bene che il micio non esca durante le feste perché in strada potrebbe essere colpito da petardi o rimanere coinvolto in incendi vicino a cassonetti o a materiale infiammabile che esplode vicino al pelo che potrebbe prendere fuoco facilmente.

Per quanto riguarda invece il rumore causato dai botti e lo spavento che coglie il gatto, per evitare problemi, fate in modo che il gatto non possa scappare impaurito e perdersi, garantendogli un luogo sicuro in cui trascorrere le notti di festa. L’ideale sarebbe sistemare la cesta e  tutti i suoi oggetti nella stanza più isolata della casa, con finestre e tapperelle chiuse, e vetri isolanti.

Per evitare che il gatto si agiti, regalategli un gioco nuovo, garantitegli un’atmosfera calda che lo rilasserà e magari approfittatene per dargli dei bocconcini ghiotti, facendolo arrivare affamato alla sera, in modo che si concentri sul cibo e dopo si metta a dormire. Per distrarre il micio si può anche metterlo davanti allo schermo con documentari e suoni della natura che lo terranno incollato al monitor e lo distrarranno dai rumori infernali che provengono dall’esterno.

Sempre per calmare il gatto, se arrivano ospiti, evitate che lo strapazzino, soprattutto se non ama gli estranei, e fate in modo che i bambini non sparino petardi sul balcone in presenza del gatto.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>