Ondata di caldo, il vademecum dell’ENPA per gli animali 

di Fabiana Commenta

Con il caldo eccezionale in arrivo è bene ricordare che anche gli animai soffrono molto il caldo e che devono essere protetti quando le temperature diventano molto alte. 

Arriva direttamente dall’Enpa (Ente nazionale protezione animali) il vademecum per aiutare i nostri amici a quattro zampe per affrontare le giornate di caldo in tutta sicurezza.  

cane, caldo

1) Cani e gatti non “sudano” come noi umani considerando che la loro temperatura corporea normale è si circa 38,5 e per abbassarla aumentano i ritmi respiratori. Dovrete essere certi che abbiano sempre un luogo ombreggiato e ventilato, dove riposarsi, acqua fresca, cibo leggero e di facile digestione.

2) Non lasciate mai un animale dentro l’auto anche per pochi minuti: la temperatura all’interno sale rapidamente, anche con i finestrini aperte all’ombra. Inoltre, se doveste notare un animale chiuso all’interno di un’auto prestare controllare che non abbia i sintomi di un colpo di calore (problemi di respirazione, spossatezza). Se notate questi sintomi chiamate subito le forze dell’ordine cercando nel frattempo di creare ombra sui finestrini o bagnate l’animale cercando di farlo bere. Se doveste rompere il finestrino per soccorrere l’animale, ricordate che Enpa fornisce assistenza legale.

4) In caso di ipertermia, quando la pelle scotta, l’animale barcolla o non riesce a respirare, è necessario abbassargli subito la temperatura.  Bagnateli con acqua fresca e applicate nell’interno coscia dei contenitori di ghiaccio sintetico coperti con una busta per non ferire la pelle.

5) Non costringere mai i cani a sforzi eccessivi ed evitate le passeggiate nelle ore più calde della giornata anche perché il rischio che il cane si scotti le zampe sull’asfalto arroventato è serio. Quando uscite portate con voi una bottiglietta di acqua e una ciotola per rifocillarlo.

6) Anche i pet sono soggetti alle scottature solari: proteggeteli con una crema solare ad hoc con particolare attenzione alle estremità bianche e sulle punte delle orecchie prima di farli uscire.

7) I pesciolini: ricordate che l’acquario non deve essere esami essere esposto al sole diretto. Cambiate l’acqua regolarmente togliendo le alghe. Canarini e criceti invece non dovrebbero mai essere lasciati sul balcone al sole diretto e le gabbiette degli uccelli vanno posizionate in un luogo fresco, arieggiato e ombreggiato.

8) Attenzione ai parassiti: meglio applicare un antiparassitario adatto alla specie e alla taglia facendo bene attenzione che si tratti di prodotti giusti per cani o gatti. Per i cani è importante prevenire le punture dei flebotomi (tipo zanzare) che possono trasmettere la leishmaniosi. 

9) Attenzione ai parassiti anche per i conigli e le cavie: ispezionate attentamente l’animale e tenete pulito il luogo in cui vivono e cambiare almeno due giorni alla settimana la lettiera o il fondo.

Per gli animali selvatici potreste lasciare a disposizione una ciotolina di acqua, non profonda e cambiatela almeno una volta a settimana.

CANI E GATTI, ALIMENTAZIONE ANTI CALDO

photo credits | thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>