Caldo, come proteggere cani e gatti

di Fabiana Commenta

Con l’arrivo del grande caldo, dobbiamo prestare particolare attenzione anche ai nostri amici a quattro zampe: cani e gatti soffrono moltissimo il caldo e dobbiamo proteggerli nel migliore dei modi. Per aiutali a superare con disinvoltura le alte temperature di giugno, luglio e agosto quando la temperatura arriva facilmente a trenta gradi, dobbiamo usare le stesse accortezze che avremmo per noi. E forse anche qualcuna un più.

cane, caldo

Controllate che il cane beva adeguatamente: l’acqua deve essere sempre fresca e mai stagnante. 

Per rinfrescare il cane quando le temperature salgono, bagnategli la pancia, e le giunture delle zampe.

Attenzione a non lasciare mai e poi mai il cane o il gatto chiuso da solo in auto: si innervosisce e le temperature salgono molto rapidamente. Non sono nemmeno sufficienti i finestrini aperti per scongiurare il pericolo di trasformare rapidamente l’auto in una sorta di forno bollente.

Evitiamo di portare a passeggio il cane a camminare durante le ore più calde della giornata perché ha esattamente caldo quanto noi: l’asfalto poi trattiene il calore e il cane riesce a disperdere calore solo attraverso le mucose della bocca e i polpastrelli delle zampe.

CANI E GATTI, L’ALIMENTAZIONE ANTI CALDO

Al tempo stesso non forzatelo a praticare attività fisica perché il rischio di colpo di calore è davvero dietro l’angolo.

Anche i cani possono scottarsi per cui è necessario applicare l’apposita crema solare ad alta protezione nelle parti più esposte come ad esempio le orecchie.

Attenzione a pulci e zecche che proliferano con le alte temperature: applichiamo l’antiparassitario giusto e controlliamo più spesso il pelo del nostro amici a quattro zampe per intervenire subito.

photo credits | thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>