Omeopatia per cani e gatti: le cure alternative per gli animali

di Daniela 12

omeopatia animali

Secondo stime recenti sono circa 10 milioni gli italiani che preferiscono l’omeopatia alla medicina tradizionale, e ora, sembra che questa tendenza si sia allargata anche sugli animali domestici: pare, infatti, che sempre più proprietari di cani e gatti preferiscano far curare i loro amici a quattro zampe con terapie alternative.

Non solo cani e gatti; ad essere affidati alle cure dei veterinari omeopati sono anche criceti, tartarughe, canarini e addirittura pesci rossi. I numeri sono tutti dalla parte di questi medici: oltre ad essere molto richiesti, pare che i casi da loro seguiti con le cure alterativi, abbiamo gli stessi esiti positivi di quelli curati con la medicina tradizionale.

L’omeopatia veterinaria, non è però nata sulla scia di una moda; è dal 1989 che a Cortona, in provincia di Arezzo, è stata istituita la Scuola superiore internazionale di medicina veterinaria omeopatica, che insegna, anche ai veterinari tradizionali, i segreti della medicina omeopatica applicata sugli animali. Gli italiani sono i terzi in Europa per numero di veterinari che, accanto alla medicina classica, propongono quella omeopatica: ben 500 a fronte dei 700 della prima in classifica, cioè la Francia.

Il fatto che i medici siano in grado di padroneggiare entrambe le medicine è una garanzia per la salute dei nostri animali: i veterinari sono in grado di capire quando è necessario un antibiotico e  quando invece è meglio prescrivere un terapia omeopatica. Ma perché alcuni animali vengono curati con l’omeopatia? Secondo i veterinari ci sono tre motivi: i padroni sono sostenitori convinti della medicina alternativa, gli animali sono affetti da patologie che le cure tradizionali non hanno risolto, oppure perché  padroni non vogliono “invadere” l’organismo dell’animale con farmaci troppo aggressivi.

Se il numero degli animali affidati alle cure omeopatiche aumenterà, i detrattori di questa pratica curativa, cioè quelli che dicono che funziona solo per suggestione, dovranno ricredersi, a meno di non stabilire che l’effetto “placebo” vale anche per gli animali.

Commenta!

Commenti (12)

  1. buongiorno, abito a Grosseto ho in casa tre , anzi quattro uno arrivato ieri di mirini, e un canino, la più anziana dei mirini 15 anni e un Po nervosa e vorrei farle qualcosa di omeopatico per calmarla. Mi potete dare indicazioni. Nn credo che nella mia città ci sia un veterinario che tratta omeopatia. Attendo un saluto Duccia

  2. Da quando è arrivata la bella stagione stando molto meno in casa il mio gatto
    presumo dal suo comportamento si sente abbandonato, premetto in casa ho anche una gatta, tanto è vero che ha iniziato ha fare pipi e popò nei posti dove stiamo noi perciò sui letti, le poltrone il tavolo, tutto questo in media o tutti i giorni o a giorni alterni, mi dispiace che lui stia male ma anche io non ne posso più. Gli ho comprato dei giochi nuovi la pallina che rilascia i croccantini il feliwell non so se è scritto bene, tutto questo non serve a niente, che cosa posso dargli di omeopatico per alleviare il suo stato di solitudine

  3. buongiorno, abbiamo una gatta persiana di 12 anni affetta da ipertiroidismo. ci sono delle cure valide dal punto di vista omeopatico o dieta particolare che deve seguire? (sintomi: vomito e dimagrimento)
    grazie e saluti cordiali!!

  4. Buongiorno, vorrei sapere se l’omeopatia veterinaria può prevedere la realizzazione di rimedi creati utilizzando campioni di lesioni cutanee.
    Grazie

    1. nel senso della diluizione estrema (omeomapica) e dinamizzazione di un tessuto cutaneo leso? E leso da che? La vedo dura, ma aiutami a comprendere meglio cosa intendi e cercherò di trovare chi ci risponde

  5. @ cinzia iannaccio:Si, ho un micio con una fortissima allergia che gli provoca lesioni cutanee e prurito, per lesioni cutanee intendo la pelle che si apre e sanguina, a volte sono solo tipo brufoli ma altre, le lesioni sono molto piu’ estese sulla testa e dentro le orecchie,mi e’ stato proposto di curarlo omeopeticamente con un rimedio creato con campioni di pelle-croste prelevati dalle sue lesioni,non avendo mai sentito l’esistenza di preparati omeopatici di questo tipo mi chiedevo se potesse essere veramente una cura apposita per la sua malattia. Grazie mille x la riposta!!

  6. si tratterà di effetto placebo? si! effetto placebo nella mente dei padroni, povere bestie portatele da un veterinario serio se stanno male..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>