Agopuntura per cani e gatti

di Paola P. Commenta

agopuntura caniL’omeopatia funziona anche sugli animali domestici e a quanto sembra in America è già tra le terapie alternative offerte dai veterinari per curare gli animali sofferenti, in particolar modo quelli che soffrono di malattie e dolore di tipo cronico. Mal di schiena cronico, disturbi neurologici, artrite: la clinica veterinaria di Jordan Kocen a South Paws (Fairfax) in Virginia, appena fuori la capitale degli Stati Uniti, Washington, ha una soluzione, che offre l’agopuntura come cura alternativa ai suoi molti pazienti. Lo spiega lo stesso Kocen, veterinario di cinquant’anni che dirige la struttura:

Io uso l’omeopatia, l’agopuntura e le erbe cinesi. E impiego lo stesso tipo di aghi che vengono utilizzati per curare le persone. I canali di base dell’agopuntura sono gli stessi. L’agopuntura stimola allo stesso modo il sistema nervoso.

Alexa, una gatta di 13 anni, aveva sintomi apparentemente inspiegabili, barcollava continuamente e scuoteva la testa. Dopo le prime quattro settimane dall’inizio della sessione di agopuntura ha iniziato a mostrare evidenti segni di miglioramento.
Il proprietario della micia, Joan Ferguson, era disperato:

Avevo già sottoposto Alexa a due risonanze magnetiche e decine di esami del sangue e clinici. Il neurologo non sapeva più cosa suggerirmi.

Senza più speranze, Ferguson si rivolse ad un agopuntore e Alexa trovò sollievo immediato grazie agli aghi allineati verso il basso nella sua spina dorsale.

Una terapia alternativa per gli animali che sta diventando popolare. I veterinari sempre più si rivolgono a questa terapia alternativa negli Stati Uniti.
Di 86.000 veterinari in tutto il mondo, tra i 900 ed i 2.000 praticano l’agopuntura e, secondo le associazioni dei gruppi professionali, i numeri sono in aumento. Come spiega Vikki Weber, direttore dell’International Veterinary Acupuncture Society:

Sempre più proprietari di animali da compagnia optano per le cure olistiche. Si tratta di un trend in crescita. A partire dal 2002, trecento veterinari ogni anno hanno seguito un corso post-dottorato in agopuntura.

L’associazione, che conta 900 membri negli Stati Uniti, fa sapere che l’agopuntura è stata riconosciuta come un trattamento valido dalla American Veterinary Medical Association (AMVA).
Secondo Kocen, nell’80% dei casi si ottiene un miglioramento.

Commenta!