La Liguria dà il via ad una campagna informativa contro la leishmaniosi

di Redazione 1

leishmaniosiA Genova parte la campagna contro la leishmaniosi che coinvolgerà le farmacie del capoluogo Ligure. Una malattia spesso sconosciuta ma letale, nella penisola si contano, dal 1996 al 2007, una media di 160 casi annui di leishmaniosi viscerale e la forma più grave di infezione, nella variante umana.

Perché proprio la Liguria? Perché la malattia ha una forte presenza proprio in Liguria, solo nel capoluogo ligure si contano 50 mila cani che diventano i principali vettori di diffusione dell’infezionee i più colpiti risultano i bambini di età tra uno e 4 anni. Questi i dati riferiti durante una conferenza stampa di presentazione della campagna istituzionale indetta da Federfarma Genova svoltasi il 9 Maggio. Secondo l’OMS la Leishmaniosi è la sesta malattia mortale in assoluto al mondo.

L’istituto pediatrico Gaslini di Genova ha osservato 72 casi di leishmaniosi viscerale nel periodo di tempo dal 1995 al 2009 scoprendo che il tasso della malattia in liguria è alto ed è stato evidenziato un forte incremento della malattia pari a circa il 6% nel giro di un anno. Inoltre il 50% della popolazione canina rinchiusa in canili sarebbe sieropositiva alla malattia.

LeishmaniaCosa è esattamente la leishmaniosi e come si previene? Innanzitutto il termine leishmaniosi indica una grave malattia del cane causata da un protozoo chiamato leishmania, la malattia si manifesta solo con particolari condizioni geografiche e climatiche:
– zona costiera collinare
– temperature estive serali e notturne superiori ai 15°C
– presenza sul territorio del protozoo, del serbatoio biologico (il cane) e dell’insetto vettore (il flebotomo).

La leishmaniosi ha un’ evoluzione lenta, lesioni visceralilesioni cutanee vengono associate. I parassiti infettano vari organi e tessuti conducendo l’animale alla morte. Poiché la puntura infettante da parte del flebotomo avviene nei mesi primaverili ed estivi e l’organismo ha bisogno di alcuni mesi per produrre gli anticorpi è importante per avere una diagnosi precoce.

Per questo motivo è fondamentale una collaborazione tra i proprietari di cani ed i veterinari in modo da affrontare in maniera coordinata questa subdola malattia con un corretto piano di profilassi sanitaria sia preventiva che limitativa della malattia.

Purtroppo non esiste un vaccino per difenderci , si possono usare ad esempio degli spray per la disinfestazione cutanea ed è molto importante un concetto che non tutti sanno: i cani non possono trasmettere direttamente la malattia agli uomini. L’unica via che porta alla proliferazione della malattia è essere da un moscerino (flebotomo) già infetto, vale sia per i cani che per gli umani. Un cane affetto da leishmaniosi non infetterà nessun altro essere vivente, che sia bipede e quadrupede.

E ricordatevi che i cani affetti da leishmaniosi si possono curare. Non abbandonateli, curateli.

Fonte

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>