Ipoglicemia nel gatto

di Paola P. 1

L’ipoglicemia nel gatto si verifica quando il tasso glicemico, ovvero la concentrazione di zuccheri nel sangue, è pari a meno di 70 milligrammi per decilitro (mg/dl). I sintomi dipendono dalla rapidità nella diminuzione di concentrazione di glucosio nel sangue, ma raramente si verificano fino a quando non scende al di sotto di 50 mg/dl.

I sintomi dipendono dal tasso di diminuzione della concentrazione di glucosio nel sangue, dalla causa sottostante all’ipoglicemia, e dalla cronicità del problema. Una forma comune di ipoglicemia è chiamata ipoglicemia giovanile perché si verifica nei cuccioli di meno di 3 mesi di età. L’ipoglicemia giovanile è comune nei gattini perché non hanno pienamente sviluppato la capacità di regolare la concentrazione di glucosio nel sangue e hanno un alto fabbisogno di glucosio. Stress, freddo, denutrizione, e parassiti intestinali sono i problemi che possono scatenare e far precipitare un attacco di ipoglicemia giovanile.

Altre cause:

  • Il digiuno prima di un esercizio fisico vigoroso
  • La somministrazione di insulina eccessiva (si può verificare nei gatti in cura per il diabete)
  • Tumori del pancreas
  • Grave malattia epatica
  • Malattie ereditarie
  • Gravi infezioni sistemiche batteriche

Sintomi.

  • Perdita di appetito
  • Letargia
  • Incoordinazione
  • Tremori e contrazioni muscolari
  • Debolezza
  • Comportamento anomalo
  • Pupille dilatate

Diagnosi.
I test diagnostici si rivelano necessari per individuare l’ipoglicemia e soprattutto per determinarne le cause. Il veterinario può raccomandare i seguenti esami:

  • Una storia medica completa ed un esauriente esame fisico
  • Misurazione della concentrazione di glucosio nel sangue

Altri esami diagnostici che potrebbe consigliarvi il veterinario sono

  • emocromocitometrico completo
  • analisi biochimica del siero
  • analisi delle urine
  • esame ecografico dell’addome per identificare un tumore pancreatico o altri che potrebbero essere la causa scatenante dell’ipoglicemia

Trattamento.

Il trattamento prevede la terapia adatta a risolvere la causa sottostante dell’ipoglicemia, ma inizialmente il vostro veterinario può somministrare glucosio per via orale o per iniezione endovenosa per aumentare la concentrazione di glucosio nel sangue.

Cure a casa e prevenzione.

A casa, sarà necessario osservare il livello generale di attività del vostro gatto, l’appetito e l’atteggiamento. Se si ha ragione di sospettare ipoglicemia, si dovrebbe strofinare lo sciroppo di Karo o altri sciroppi ad alta concentrazione di zucchero sulle gengive del gatto e chiamare immediatamente il veterinario.
Alcune precauzioni possono aiutare a scongiurare il pericolo: fornire al gatto un ambiente caldo, poppate frequenti, le vaccinazioni di routine e procedure per eliminare i parassiti intestinali, ove raccomandato dal veterinario. Inoltre i gattini dovrebbero avere la possibilità di mangiare quanto e quando vogliono. Assicuratevi che il cibo sia di alta qualità.

[Fonte: Petplace]

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>