Gatto ucciso in lavatrice: orrore in Sardegna

di Redazione Commenta

Una storia tremenda di violenza su un animale domestico arriva questa volta dalla Sardegna, a Goldo Aranci, in un residence situato a pochi passi dalla cittadina. Un gatto di nome Pato è stato ritrovato, morto e straziato, all’interno di una lavatrice. I contorni della vicenda non sono ancora stati chiariti, ma pare che un ignoto abbia messo il gatto dentro al cestello, chiuso  l’oblò e premuto il tasto per avviare il lavaggio completo.

lavatrice

Il gatto è morto sia a causa dell’acqua che l’ha di fatto annegato, sia per la forza della centrifuga. La denuncia è stata fatta dai carabinieri dal proprietario del micio, dal manto rosso, un ragazzo del posto che è ancora sconvolto per quanto accaduto al suo animale domestico: ora i carabinieri cercheranno di risalire al colpevole grazie anche ai filmati delle telecamere di sorveglianza presenti in lavanderia.

La macabra scoperta è stata fatta da una donna che viveva nel residence, che ha trovato il povero corpo del pet ancora inzuppato di acqua: subito ha riconosciuto il micio del ragazzo che viveva nelle vicinanze, preoccupato in quanto lo stesso non aveva fatto ritorno a casa quella sera, cosa che non accadeva mai. Il dato inquietante è che sono state diverse le segnalazioni di episodi analoghi accaduti a Golfo Aranci: baffi tagliati, trappole disseminate nelle campagne. Insomma una serie di comportamenti inaccettabili che devono cessare.

Occhi aperti se vivete in zona, tenete in casa e controllate i vostri amici a quattro zampe con mille occhi per evitare che siano vittime di simili episodi di violenza.

foto credit Thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>