Gatto e uomo, storia di un’antica seduzione

di Piera Lombardi Commenta

Il gatto e l’uomo, dalla preistoria ai nostri giorni: è il titolo della mostra che si è appena aperta a Verona a palazzo della Gran Guardia. Prima esposizione del genere in Italia, presenta in venti sezioni tematiche centinaia di testimonianze nei secoli tra dipinti, fotografie, stampe antiche e pezzi vintage che raccontano un’antica seduzione: quella del gatto verso l’umano.

Gatto e uomo, storia relazione complicata

Fascino ambivalente, dolce e imprevedibile insieme, seducente quanto pericoloso, il felino nell’Antico Egitto era venerato: non a caso, la dea della femminilità, Bastet era una gatta. A bordo delle navi romane era benvenuto per ingraziarsi la dea Diana affinché vegliasse sulla rotta durante la notte. L’imperatrice bizantina Teodora fece lavorare una scodella d’oro tempestata di gemme dove far servire il cibo alla sua gatta.

Tutto cambia nel medioevo cristiano quando il gatto, considerato incarnazione del male e del diavolo, protagonista di raduni stregoneschi, è perseguitato, specie se nero, o addirittura diventa ingrediente nella ricetta del ‘gato asado’ (gatto arrosto) nel libro di cucina scritto da Ruperto de Nola per il viceré di Napoli nel 1491. Tutto questo è documentato nella mostra: libri antichi, riviste e stampe in esposizione, testimoniano la centralità del gatto anche nelle favole da Esopo a ‘Il Gatto con gli stivali’ dove protagonista in origine era una femmina. Duecento immagini raccontano il micio durante la I guerra mondiale, sia come portavoce di messaggi augurali che mascotte nei reggimenti.  Nella rassegna, (visitabile fino al 29 novembre), spazio anche per il felino protagonista della pubblicità rivolta all’universo femminile e amato dalle dive del cinema.

Ci saranno conferenze in quattro week end tematici. Da ‘Il gatto nell’occulto e nella superstizione’ (domenica 8 novembre) a ‘il gatto nella storia’ (domenica 15 novembre) fino alla selezione del gatto di razza (domenica 28 novembre) e alla pet therapy (domenica 29 novembre). Da venerdì 20 a domenica 22 novembre 2015 infine una tre giorni dedicata al gatto di casa con convegni e consulenze gratuite tenute da esperti veterinari e di alimentazione (nella giornata del 22 novembre è possibile portare il proprio gatto muniti di trasportino).

 

Fonte: ilgattoeluomo.com

Photo credits: pixabay.com

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>