Gatti che non credono di essere gatti – foto

di Federica Guarnieri Commenta

I gatti sono agili, furbi, svelti, silenziosi e per questi e moltissimi altri motivi, spesso riescono a sorprenderci! Sfuggono al nostro sguardo, si nascondono in luoghi improbabili, sfidano le leggi di gravità e ci spaventano venendo fuori da cassetti, armadi o angoli bui della nostra casa. Molto spesso questo accade perchè i nostri amici felini non sono proprio convinti di essere dei veri e propri gatti, ma pensano di poter diventare ciò che più gli piace, proprio come i bambini sognano di diventare attori, ballerini o astronauti! Non ci credete? Date un’occhiata alla nostra galleria fotografica!

gatto vaso pianta

1 ) Come un pinguino

Non ci sono proprio dubbi, questo micio si crede assolutamente un pinguino. Sarà mica colpa dei colori della sua pelliccia?

gatto che sembra pinguino

2 ) Come la sfinge

Il gatto in Egitto era considerato un animale sacro. Forse questo piccolino sente forte e chiare le sue origini, sarà per questo motivo che ha scelto di incappucciarsi e imitare la sacra sfinge!

gatto sfinge

3 ) Come un investigatore privato

Silenzioso, rapido, invisibile. Queste sono le tre caratteristiche per essere un buon investigatore privato. Bravo gatto, questo mestiere fa proprio per te!

gatto nascosto

4 ) Come un uomo

Questo gattone somiglia ad un buffo essere umano, sul divano, con la sua bella birra ed un’interessante partita alla televisione.

gatto birra

5 ) Come una pianta

Si sa, ai gatti piace accoccolarsi su superfici rotonde e a conca, ma forse questo si sente una piantina! Che bei fiori!

gatto vaso pianta

6 ) Come un modello

Come un celebre modello di un noto marchio di abbigliamento, questo gatto vuole sfoggiare i suoi addominali. Ma saranno veramente i suoi? A noi non sembra!

gatto modello abercrombie

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>