Malattie dei gatti trasmissibili all’uomo

di Redazione Commenta

Gatti malattie trasmissibili all'uomo

La Oregon Veterinary Medical Association, con un’indagine svolta su 216 veterinari americani, ha dimostrato che il maggiore rischio di zoonosi, il fenomeno di trasmissione delle patologia dall’animale all’uomo, è dato dai gatti. I risultati dello studio sono stati pubblicati su Zoonoses and Public Health: oggi vogliamo occuparci proprio delle patologie trasmissibili dai nostri amici a quattro zampe all’uomo, senza destare alcun timore nei lettori. Si tratta infatti di patologie spesso innocue e veicolate da scarsa igiene o cura del felino di casa: i controlli regolari dal veterinario e una buona pulizia dei luoghi abitati dagli animali sono sufficienti per evitare spiacevoli contagi e trasmissioni.

Tra le zoonosi che sono state riportate nello studio, nel 47,2% gli intervistati hanno riportato malattie diffuse tramite il contatto (57,4%), come in particolare modo la tigna, seguite da quelle a trasmissione orale (21,7%). I gatti sono risultati la specie più comunemente veicolo di infezioni. Tra le malattie trasmissibili all’uomo dai mici ricordiamo ad esempio la Toxoplasmosi : si tratta di un piccolo protozoo presente all’interno dell’apparato digerente del gatto che si trasmette quando quest’ultimo emette delle piccole cisti con le feci che, una volta ingerite dall’uomo o da animali erbivori, andranno a depositarsi nel tessuto muscolare.

Tra le altre patologie trasmissibili ecco anche la Bartonellosi, o malattia del graffio: si tratta di una infezione batterica che si trasmette all’uomo attraverso graffi e morsi. E’ una patologia piuttosto seria che provoca un gonfiore dei linfonodi, ma se diagnosticata precocemente non è difficile curarla con una terapia antibiotica adeguata. Lo stesso dicasi per l’Ascaridiosi, trasmessa dalla larva migrans col contatto oro-fecale e che viene debellata grazie all’abitudine dei gatti di sotterrare i propri escrementi. Tra i disturbi più comuni infine ecco la Micosi, trasmessa da piccoli miceti che si trovano naturalmente sul mantello dei felini: nell’uomo possono provocare degli eczemi, anche pruriginosi, che con una posologia dermatologica adeguata scompaiono nel giro di qualche settimana. La rabbia infine è stata quasi interamente debellata grazie ai vaccini obbligatori.

Foto credits: Thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>