Convivenza tra cani e gatti, i consigli del veterinario comportamentalista

di cinzia iannaccio Commenta

Richiesta di consulto veterinario
Buonasera! Sono una ragazza con cinque animali due cani e tre gatti. Il mio problema è che da un po di tempo ho trovato un cane adulto maschio di circa un anno e mezzo (simili labrador). In casa avevo una cagnolina di 11 anni e due gatti un maschio e una femmina rispettivamente madre e figlio che sono sempre andati d’accordo. Il suo arrivo ha scombussolato la pace familiare. È un giocherellone molto esuberante e si approccia in modo troppo irruente con i gatti. Ho provato molte volte ad avvicinarli ma alla fine ho sempre rinunciato per paura che si facciano del male. In più pochi mesi fa ho trovato un altra gattina di circa due anni abbandonata e l ho curata.
convivenza cani e gatti

Non era mia intenzione, è aggiungere carne al fuoco, ma nessuno la vuole e per prevenire il gelo di questo inverno l ho portata a casa mia e le ho dedicato una stanza. Ora la situazione è questa: i miei due gatti stanno fuori tutto il giorno ma per mangiare devono entrare dalla finestra del bagno che è rigorosamente chiuso a chiave. L altra gattina sta nella sua stanza da sola e i cani stanno in casa e non vedono i gatti. Tra gatti si sono solo visti ma nn li ho fatti avvicinare. Tra cani e gatti lo stesso. Come posso fare?lo so che è assurdo, ma mi piacerebbe avere un aiuto perché mi sono rivolta ad un comportamentalista che mi ha detto di aprire le porte di casa e lasciare che si arrangino. Ma nn mi sembra la soluzione migliore. Qualcuno ha qualche consiglio?considerando che sono tutti adulti?grazie infinitamente!!!

 

 

Tipo di consulto Veterinario Comportamentalista
Tipo di problema convivenza cani e gatti

 

 

Risponde la Dott. Cristiana Matteocci Medico veterinario Comportamentalista, Per contatti diretti [email protected]www.cristianamatteocci.it cell. 3289261598

 

 

Buongiorno.
Che situazione affollata!!
Generalmente se i cani non sono stati socializzati con i gatti difficilmente riescono a resistere dalla tentazione di rincorrerli!
Però se i gatti possono arrampicarsi e sfuggire alle loro grinfie e hanno a disposizione la terza dimensione, la situazione non è tragica!
Mi sembra strano che un veterinario comportamentalista le abbia consigliato di lasciare che si arrangino…..a meno che non abbia valutato che la situazione non sia così pericolosa….
Non posso dirle cosa materialmente fare perché dovrei valutare tutta una serie di parametri comportamentali di ognuno di loro.
Posso solo consigliarle molto generalmente di permettere la conoscenza dei gatti attraverso l’odore, poi provare attraverso una rete per vedere come si comportano per arrivare a farli stare nella stessa stanza. Per la convivenza con i cani andrebbe insegnato al cane attraverso degli esercizi di educazione di base a non rincorrere i gatti ma interessarsi ad altro.

Le consiglio di rivolgersi ad un veterinario esperto in comportamento che abbia anche la qualifica di educatore o istruttore cinfilo.

Cordiali saluti.
Dr.ssa Cristiana Matteocci.

 

 

Leggi qui tutte le risposte della Dott. Cristiana Matteocci veterinario comportamentalista

 

 

 

 

Se avete altre domande da porre ai ns veterinari potete visitare la pagina dedicata e riempire il form:

Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets

Il nostro “Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets” non fornisce diagnosi online e neppure la prescrizione di farmaci. Si tratta di un servizio di informazioni ed orientamento che mai potrà essere considerato sostitutivo di una visita specialistica diretta con il medico veterinario. L’invio della domanda corrisponderà all’accettazione di questa condizione di utilizzo.

Per le emergenze rivolgersi al servizio veterinario più vicino.

 

 

 

 

 

Photo Credits | Dora Zett / Shutterstock.com

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>