Cani viziati, come comportarsi per educarli

di Redazione Commenta

cani viziati

Sempre più spesso si vedono cani viziati dai loro padroni, umanizzati, che si comportano come bambini, facendo capricci e disubbidendo ai loro conduttori. Per arginare il fenomeno e fare capire al cucciolo di casa chi è il capo branco, occorre dettare alcune regole, semplici ma efficaci, che Fido dovrà rispettare. Non cedete di fronte a quegli occhietti dolci, che supplicano un pezzettino di carne o un posto sul letto: no, il vostro atteggiamente deve essere deciso! Ricordiamo per prima cosa che un cane diventa viziato solo se il proprietario glielo permette: un cane che abbaia in continuazione quando resta solo o distrugge ogni cosa gli capita a tiro non ha un atteggiamento normale e va arginato.

Fate attenzione al comportamento del vostro pet: evitate di guardarlo negli occhi quando si comporta male, altrimenti potrebbe interpretare il vostro comportamento come una sfida ed esalterebbe il suo comportamento negativo. Cercate di ignorarlo, quando fa qualcosa che non va, fate come se non esistesse quando viene li e cercherà di spingervi con il muso, oppure quando vi gratterà le gambe, il tutto per attirare la vostra attenzione.  Piano piano il cane capirà che al suo comportamento non corrisponde un’attenzione da parte del parone e cesserà, tranquillizzandosi: quando lo vedete calmo non dimenticate di coccolarlo e premiarlo, in questo modo capirà che quell’atteggiamento positivo viene premiato dal suo capobranco!

Lo scopo è dimostrare al cane che se non chiede può ottenere ciò che vuole, ovviamente nella misura giusta: le richieste insistenti invece verranno ignorate, e l’indifferenza del proprio capo branco sarà uno smacco veramente grande per Fido. Ovviamente il vostro comportamento dovrà essere inflessibile e non dovete concedervi sgarri di nessun tipo, altrimenti l’animale domestico non capirebbe più qual’è il comportamento giusto da mantenere. Non dimenticate che viziare un animale potrebbe avere ripercussioni anche sulla sua salute. E il vostro pet, è viziato? Come avete risolto il propblema? Raccontateci le vostre esperienze!

Foto credits: Thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>