Cani toy, cosa c’è da sapere

di Valentina Commenta

I cani toy sono diventati una vera e propria mania negli ultimi anni: si pensa erroneamente che il loro essere tanto piccoli da poter stare all’interno di una borsetta li renda più facili da gestire e da curare. La realtà dei fatti, come accade quasi sempre, è ben diversa.

cani toy

Cane toy una scelta da… evitare

Questa tipologia di cane è una moda che si è andata man mano consolidando grazie alle star di Hollywood che per molto tempo li hanno considerati dei trofei da mostrare e non dei cani da amare che hanno delle necessità specifiche, sia per quanto riguarda la salute che lo stile di vita e che hanno dei sentimenti che vengono spesso calpestati quando li si considera dei piccoli accessori. Va detto che difficilmente un allevatore punterà a dare vita a una stirpe toy pura, essendo nella maggior parte dei casi gli esemplari che si trovano in commercio frutto d’incroci non sempre equilibrati tra loro.

È importante sottolineare come nel caso dei cani toy non esistano degli standard di razza, sono molto più delicati per ciò che concerne la salute e per tale motivo vivono anche molto di meno rispetto agli altri cani di normali dimensioni. Il tutto si traduce nell’assunto che per quanto più gestibili a livello di spazi per le loro dimensioni ridotte, i cani in miniatura richiedono molte più attenzioni e cura se si ha intenzione di trattarli come meritano.

Quando si parla di cani toy quindi non esistono degli standard precisi con i quali regolarsi, dato che essi vengono ottenuti incrociando i cani di piccola taglia ottenendo degli esemplari ancora più piccoli. Unica eccezione in tal senso è il barboncino che possiede all’interno della sua razza uno standard nano.

Razze toy più diffuse e apprezzate

cani toy

Il barboncino toy è uno degli animali domestici appartenenti alla sfera canina più piccoli che si possano incontrare: esso misura dai 23 ai 28 cm al garrese: il suo portamento è elegante e aristocratico e il fatto che abbia uno standard naturale di razza per queste sue dimensioni, non risulta nemmeno troppo difficile da gestire sia per salute che comportamento.

Vi è poi il chihuahua che tra i cani toy è senza dubbio il più diffuso: viene considerato il cane da borsetta per eccellenza essendo grande dai 15 ai 22 cm. Il loro aspetto, a seconda della varietà, può essere molto buffo o elegante, soprattutto a causa delle sue orecchie grandi. A pelo lungo o a pelo corto una cosa è certa: questo cane nonostante le dimensioni è molto territoriale e geloso e gradisce per sé tutta l’attenzione del suo padrone. La sua salute, soprattutto dal punto di vista respiratorio e oculistico è più cagionevole rispetto ad altre razze.

Il volpino di Pomerania toy è un altro cane molto piccolo molto amato, capace di raggiungere fino ai 22 cm al garrese: è uno degli esemplari più piccoli ma anche più intelligenti. Se si è alla ricerca di un cane toy “completo” di certo il Pinscher nano può essere considerato la scelta per elezione dato che ha un corpo ben definito, il pelo corto  e una intelligenza molto spiccata.

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>