Cani di piccola taglia: il Maltese

di Daniela 6

maltese

Le origini del cane Maltese non sono del tutto chiare: di sicuro risalgono all’antichità, ma ancora gli studiosi non riescono a determinarle con precisione. Secondo la maggioranza degli esperti questi cani di piccola taglia sarebbero originari dell’isola di Malta, che nell’antichità si chiamava Melite o Melita, ed era l’isola nella quale venivano mandati in esilio i romani. Altri invece pensano che  erano i cani usati dai navigatori fenici e greci per difendere i magazzini dei porti dai  topi, e fanno risalire  il nome dalla parola semitica “malàt”, che significa “rifugio”, e quindi per estensione “porto”.

Di sicuro c’è il fatto che il Maltese è sempre stato il cane dell’aristocrazia e della nobiltà: dalle patrizie di epoca romana, alle dame rinascimentali, fino alle signore dell’ottocento; il Rinascimento è il periodo in cui il Maltese era più amato, non per niente è stato ritratto in numerosi quadri dei più grandi pittori dell’epoca come Tiziano e il Tintoretto.

Per un certo periodo di tempo l’Inghilterra ha rivendicato il patronato di questa razza, sostenendo che l’isola di Malta fino al 1964 era una colonia inglese; ma il tutto si è risolto con un niente di fatto a causa delle origini non ancora chiare di questa razza, che alla fine è stata registrata come italiana.

La caratteristica principale del cane Maltese è l’eleganza e il portamento fiero; le dimensioni sono piuttosto contenute: nel maschio si registra un’altezza di 25 centimetri e nelle femmine di 20 cm, per un peso che va dai 3 ai 4 chilogrammi. L’altra caratteristica peculiare di questo cane è il pelo, che è molto lungo e setoso, perfettamente uniforme e senza boccoli; il colore per eccellenza del Maltese è il bianco, ma viene tollerato anche l’avorio pallido.

Il Maltese è un perfetto cane da compagnia che si adatta a qualsiasi ambiente; è molto intelligente, vivace, docile, affettuoso e si affeziona moltissimo all’uomo. Nonostante il suo aspetto delicato possiede una robusta costituzione e le uniche cure che richiede, seppur con assiduità, sono quelle del mantello, che deve essere spazzolato quotidianamente.

Commenta!

Commenti (6)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>