Cani con manto merle, genetica e rischio sordità

di cinzia iannaccio Commenta

Richiesta di consulto veterinario
Magari son leggende metropolitane , magari no. Mi han detto che i cagnolini pezzati ,o merle hanno una maggiore incidenza alla sordità ! Io ho adottato un cagnolino pezzato nero, nato da mamma setter inglese e papà pastore australiano . Il punto è che ha la testa bianca,una macchia sull’occhio e solo una macchietta nera sull’orecchio. Tutti mi sconsigliano di adottarlo perché è a rischio. A parte che non m’interessa, ma volevo sentire il parere di un dottore. Descrivo il cucciolo nella maniera più dettagliata possibile: schiena e coda a macchie nere molto estese, zampe posteriori bianche, zampe anteriori nere con “calzette” bianche. Muso bianco, occhio sinistro circondato da una macchia nera e orecchio sinistro bianco. Orecchio destro bianco con una macchia nera.

sordi cani manto merle chiazzato

 

Tipo di consulto Veterinario Generale
Tipo di problema Sorditá congenita
Risponde il dottor Fabio Maria Aleandri, Medico Veterinario e direttore sanitario del Centro Veterinario Aleandri, con sede in Roma. Per contatti diretti mail [email protected] www.ambvetaleandri.eu

 

 

Gentile Signora,

Per spiegare il problema dobbiamo spendere due parole sulla genetica. Per incominciare definiamo il colore merle che appare come un mantello con fondo più chiaro (fulvo, grigio, marrone) sul quale sono più o meno evidenti (a seconda del colore e della lunghezza del pelo) zone pigmentate dello stesso colore, ma più scure. Inoltre sono presenti delle macchie bianche più o meno estese . Quindi un merle fulvo (sabble merle) ha fondo fulvo chiaro con macchie fulvo scuro, il blu merle ha fondo grigio e macchie nere, il merle marrone ha fondo chiaro e macchie scure di questo colore ecc.. Oltre a modificare il colore del mantello, merle modifica anche il colore degli occhi e la pigmentazione del tartufo e delle zampe. Il gene merle modifica il pigmento scuro degli occhi, a volte facendo passare un occhio da scuro a blu, o anche solo parte dell’occhio. Il colore dei cuscinetti delle zampe e il naso può essere screziato rosa e nero. E’ possibile anche che il merle si presenti anche solo localmente o in sostituzione di una tipica colorazione (ad esempio nel nero focato al posto del nero). Questo colore può presentarsi in diverse razze, in particolare nell’Australian Shepherd,(pastore australiano) Koolie, il Coolies Tedesco in Australia, il pastore delle Shetland, Collie , il Corgi gallese (Cardigan), il Pastore dei Pirenei, il Pastore Bergamasco, l’antico Pastore Inglese e il Chihuahua.

Cosa determina la presenza di questo mantello? Un gene indicato come M. Nel locus M (cioè il punto del cromosoma dove si localizza il gene M) possiamo trovare solo due alleli (cioè due alternative dello stesso gene) ossia M (si legge emme grande) e m (emme piccolo). Per ogni gene si presentano contemporaneamente due alleli in ogni soggetto. Gli alleli possono essere dominanti (indicati con la lettera maiuscola , nel nostro caso M) o recessivi (indicati con la lettera minuscola nel nostro caso m). Cosa significa dominante e recessivo? Dal momento che per ogni gene in ogni individuo abbiamo due alleli contemporaneamente indichiamo come dominante quello che si manifesterà sull’aspetto del soggetto anche se presente singolarmente e recessivo quello che si manifesterà solo se presente in due copie. Per intenderci se il nostro gene presenta come alleli Mm il cane avrà un mantello merle, se invece si presenta come mm non avrà un mantello merle. Nel caso in cui sul gene sono presenti due alleli uguali (tipo mm) si parla di soggetto omozigote, se sono presenti due alleli diversi si parla di eterozigote.

Per venire alla sua domanda i cani con mantello merle non presentano alcun problema di vista o di udito. Allora quello che mi riferisce è una legenda? No, il problema sono i cani con due alleli dominanti MM . Infatti questi soggetti non presentano un mantello merle , ma sono totalmente o quasi totalmente bianco (talvolta residuano piccole aree pigmentate sul cranio e/o sulle orecchie, talora anche sulla groppa), gli occhi sono azzurri e le mucose depigmentate (tartufo rosato, labbra a completamente rosate ecc…). Questo tipo di cane può presentare malformazioni dell’apparato uditivo che provocano sordità, microftalmia, fino alla cecità e patologie dello sviluppo scheletrico.

Perché nascano i soggetti MM , dal momento che dei due alleli uno viene dato dal padre e uno dalla madre è necessario che si accoppino due soggetti merle. Infatti da due soggetti merle Mm possiamo avere cuccioli Mm (merle) cuccioli mm (normali) e cucciolo MM (malati). Per questo non si accoppiano mai due soggetti con mantello merle.

Ora nel pastore australiano il mantello merle è presente e codificato nello standard (blue merle e red merle) ma sono possibili anche colori nero focato e marrone focato. Nel setter i colori dello standard sono bianco e nero tendente al blu (blue belton); bianco e arancio (orange belton); bianco e marrone (liver belton); tricolore (bianco a macchie scure e focature). Il bianco e nero puro (alleli NN) e tricolore puro (TT) sono dominanti il bianco arancio puro (aa) e il bianco marrone puro ( ff ) sono recessivi., con varie combinazioni negli eterozigoti. Quindi se il suo cucciolo è nato da un pastore australiano merle e un setter bianco e nero non dovrebbe avere problemi. Dalla descrizione del mantello non sembra uno di quelli con problemi (sono quasi tutti o tutti bianche, occhio azzurro, mucose rosa) quindi non dovrebbero esserci problemi (sempre che i genitori siano quelli descritti)

Dott. Fabio Maria Aleandri

Medico Veterinario

 

>> Leggi qui tutte le risposte del Dott. Fabio Maria Aleandri medico veterinario

 

Se avete altre domande da porre ai ns veterinari potete visitare la pagina dedicata e riempire il form:

Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets

Il nostro “Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets” non fornisce diagnosi online e neppure la prescrizione di farmaci. Si tratta di un servizio di informazioni ed orientamento che mai potrà essere considerato sostitutivo di una visita specialistica diretta con il medico veterinario. L’invio della domanda corrisponderà all’accettazione di questa condizione di utilizzo.

Per le emergenze rivolgersi al servizio veterinario più vicino.

Photo Credits | Dora Zett / Shutterstock.com

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>