Cane libero in auto, aumenta lo stress

di Fabiana Commenta

Se amate spostarvi in auto con il vostro cane, sappiate che è sempre bene non tenere l’animale libero all’interno del veicolo: una condizione questa che, oltre ad essere proibita dalla legge, causa anche una grave situazione di pericolo e di stress, non solo per l’uomo ma anche per l’animale.

cane, auto, kit, viaggio, cane, cane, viaggio, auto, 10 cani che amano la vacanza in campeggio (FOTO)

All’interno del veicolo l’animale deve essere sempre legato o comunque tenuto sotto controllo proprio per evitare distrazioni dei qualsiasi genere al conducente. 

I dati dello studio 

Che i cane lasciato libero in auto provochi distrazioni era immaginabile, ma l’ulteriore conferma arriva da uno studio realizzato negli Stati Uniti da The Harris Poll per conto di Volvo Car Usa con la collaborazione della dottoressa Elisa Mazzaferro, Veterinary Specialist della Cornell University. 

Ma quale sarebbe la reale novità dello studio?

La novità non è tanto relativa ai danni che possono essere causati in caso di incidente al cane e ai viaggiatori in auto, quanto piuttosto il ‘prima incidente’: viene cioè messo in evidenza il livello di distrazione e la scarsa concentrazione sulla guida che deriva dal muoversi dell’animale in auto. 

Lo studio condotto dagli esperti di Volvo e dell’agenzia The Harris Poll ha preso in considerazione il comportamento di 15 guidatori e dei loro cani su un periodo di oltre 30 ore per ogni auto, coprendo tutte le possibili situazioni. 

Si è analizzato il caso con l’animale libero, il cane trattenuto con cintura di sicurezza, con l’imbragatura, con il trasportino, con la grata e nella gabbia.

Ebbene, i dati sono stati chiari: le  situazioni di guida pericolosa sono raddoppiate (649 a fronte di 274) nel caso di vetture con cane libero a bordo. Sotto accusa come momento di distrazione anche la tendenza dell’animale a viaggiare con la testa fuori del finestrino oppure stare addosso al guidatore. 

I tempi di distrazione del guidatore poi raddoppiavano con il cane ‘trattenuto’ (3 ore e 39 minuti su 30 ore totali di guida, contro 1 ora e 39 minuti) perché il guidatore continuava ad essere distratto dagli spostamenti dell’animale nella macchina distogliendo quindi lo sguardo dalla strada e aumentando la possibilità di incidente. 

Aumento dello stress per uomo e animale

Lo studio ha anche messo in evidenza un dato che fino a questo punto era stato in qualche modo trascurato: lasciare l’animale libero di muoversi in auto aumentava il livello di stress per il guidatore, ma anche per l’animale stesso come confermato dall’aumento della frequenza cardiaca per le persone e per gli animali domestici. I cani senza sistema di ritenuta hanno mostrato una frequenza cardiaca più veloce di 7 battiti al minuto, un valore che nei conducenti crescere addiritutra da 28 a 34 battiti al minuto. 

TRASPORTO DEL CANE IN AUTO, LE REGOLE DI AIDAA

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>