Cane gettato nella spazzatura, piange disperato

di Redazione 7

Un cane gettato nella spazzatura piange disperato e non si da pace, fino a quando i volontari non lo trovano ma...

Un cane gettato nella spazzatura come se fosse un rifiuto del quale disfarsi, un destino terribile riservato a questo amico a quattro zampe anziano. E forse è stato proprio il suo essere vecchio e con un pochino di acciacchi che ha portato i suoi proprietari a gettarlo via. Il filmato che vi proponiamo è doloroso, ma testimonia perfettamente come si possa provare un animale abbandonato a se stesso.

Siamo a Sabah, in Malaysia, e l’associazione Spca Kota Kinabalu che si occupa di animali abbandonati, trova su segnalazione questo amico a quattro zampe in un cassonetto. Le sue urla di dolore, di disperazione e i lamenti portano i volontari da questo peloso maltrattato.

Purtroppo per quel cane non c’è stato nulla da fare, i veterinari hanno riscontrato numerose fratture, infezioni e hanno optato per l’eutanasia. Ma prima hanno pubblicato online una lettera, contro la crudeltà di cui è stato vittima. Ve la pubblichiamo di seguito, sperando che tocchi il cuore di tutti i lettori, per dire un bel no all’abbandono!

Cari mamma e papà. Mi hanno trovato dentro il cassonetto verso le 20. Stavo piangendo e supplicando di venire  a riprendermi. Cosa ho fatto di sbagliato non lo so. Provavo dolore su tutto il corpo, avevo male alle articolazioni e vicino alla mia coda, avevo un buco pieno di vermi che mi stavano mangiando vivo. Ho pianto fino a che qualcuno si è accorto di me, trovandomi nel mucchio della spazzatura. Ancora mi chiedo cosa avessi fatto di male. Il veterinario ha detto che le mie condizioni erano troppo gravi.

Oltre alle lesioni, ero pieno di parassiti che mi hanno provocato una brutta infezione. Sono un vecchio ragazzo, pieno di sofferenza e sono triste di non avervi al mio fianco. I veterinari hanno deciso di lasciarmi andare e ho capito cosa stavano facendo. Non sono arrabbiato. Mi hanno dato un’ultima cena buonissima che mi ha fatto tornare in mente il ricordo di quando ero giovane, amato e curato. Mi hanno tenuto la zampa tra le mani, fino al momento in cui non ho chiuso gli occhi e poi finalmente è arrivato l’ultimo battito del mio povero cuore. Cari mamma e papà, ora sono in paradiso. Se ho fatto qualcosa di male, spero soltanto che non riserverete la stessa mia sorte ad un altro cane. Sappiate che vi amerò per sempre.

Foto credit e fonte video Facebook

Commenta!

Commenti (7)

  1. E’ ATROCE E CREDO CHE ,DOPO AVER LETTO LA LETTERA, ABBIATE APPIENO INTERPRETATO LA DEDIZIONE DI UN ANIMALE ANCHE SE,COME IN QUESTO CASO,LA SUA EX FAMIGLIA LE HA RISERVATO UNA FINE ORRENDA MA PER LQ PATOLOGIE RISCONTRATE RITENGO NON SIA SOLO IL GESTO DELL’ABBANDONO MA TANTO FORSE TROPPO TEMPO FATTO DI MALTRATTAMENTI E DISINTERESSE ALTRIMENTI NON SAREBBE STATO RIDOTTO IN UN TALE STATO.
    Io pregherò affinche la sua famiglia possa patire pene dell’inferno e che mai abbia fine il loro pagare il male fatto a questo povero cane.
    Andreina Capello da Missaglia Lecco

  2. Che siano maledetti….non aggiungo altro e’ troppa la rabbia ed il dolore che provo 😢

    1. Queste cose mi fanno stare male, troppo male. Prego perché quella famiglia possa ricevere trattamenti pari o superiori a quelli ricevuti dal cane.

  3. Ho pianto ma le mie lacrime devono andare alle persone che lo anno fatto in quel modo

  4. Sevizie e tortura non solo abbandono in un cassonetto chi legge si dia una svegliata.

  5. le persone che hanno fatto questo sono sole e disgraziate persone che non hanno amore e rifiutano ogni cosa bella che la vita può offrire come l’affetto di un povero esserino mi dispiace anche per loro non ci sono parole sono immerse nel buio dell’inferno che si sono creati.

  6. mi vergogno di essere umano come queste due “persone”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>