L’amore di un amico a quattro zampe

di Redazione Commenta

Si parla tanto di amici a quattro zampe con problemi comportamentali e di aggressività, il più delle volte tra l’altro indotti da un cattivo modo di porsi del padrone, ma poche volte ci si sofferma sull’aspetto positivo dell’allevare in casa un pet. Le vibrazioni che regala un animale, infatti, sono praticamente uniche e in grado di apportare grossi benefici alla salute non sono degli uomini ma degli stessi cuccioli, sin dalle prime settimane. Del resto il rapporto che lega soprattutto gatti, cani e persone è importante sin dalla notte dei tempi, quando non esistevano le case e le comodità di oggi e all’interno di caverne, era necessario lasciarsi fare compagnia da un esemplare che in qualche modo potesse anche difenere la famiglia.

L’amore incondizionato che prova un amico a quattro zampe per il proprio padrone, è molto di più della tenerezza che sentiamo noi, quando un micino muove i primi passi o accarezziamo un cane che ha poche ore di vita.E’ una forte energia positiva, di sostegno completo, è fiducia, perdono e capacità di accettare l’altro con i suoi pregi e difetti. In poche parole è un sentimento forte e pulito che non di rado è sentito pure da un uomo, se si affeziona moltissimo sl suo pet.

La capacità di tutti gli animali di amare incondizionatamente esseri della propria specie o anche esseri umani, permette loro di non essere in grado di abbandonare il proprio padrone, come invece quest’ultimo piuttosto spesso riesce almeno a pensare, perchè lo accetta per i suoi pregi e difetti. Per questo dovremmo imparare dallla purezza dei loro sentimenti, a vivere meglio e a interagire in modo più sincero con gli altri. Se ci pensiamo bene, del resto, è questa la vera essenza della vita: supportarsi a vicenda, ma sapere bene che un rapporto, per quanto profondo, può durare per il solo arco dell’esistenza.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>