Gli animali che vengono trattati come gli esseri umani

di Redazione Commenta

Certi atteggiamenti, profonde emozioni e modi di fare, caratterizzano solamente l’essere umano, ma non corrispondono quasi mai e comunque non nella stessa misura, agli animali. Essi sono diversi da noi ed è bello così: ogni essere vivente, del resto deve avere delle proprie peculiarità e differenze. Non tutti i padroni, però, se ne rendono conto e consciamente o inconsciamente, vorrebbero trasformare il proprio pet in un piccolo bambino da allevare o in un amico con cui confidarsi. La grande sensibilità degli amici a quattro zampe, favorisce tale convinzione e allora cominciano i guai perchè ci si ritrova a conoscere degli esemplari simili alle persone con cui vivono nel modo di muoversi, di guardare e, nel peggiore dei casi, di abbigliarsi. Si perchè non sono rare le situazioni in cui si vedono passare degli improbabili esseri non meglio identificati con tanto di pelo colorato, ciuffi arricciati o in stile punk e mollettine colorate da più parti. L’effetto è divertente, ma a volte bisogna anche pensare alla salute psico-fisica del proprio animale.

Lo stesso vale anche per altri tipi di abitudini, come quella sbagliatissima di lasciare prendere al cucciolo il cibo dalla tavola o a un bambino, perchè gli confonde le idee e lo convince che può far tutto ciò che vuole, in quanto essere dominante della casa. Da qui i problemi comportamentali possono pure peggiorare. I cani e i gatti soprattutto, possono pure peggiorare e diventare prepotenti e aggressivi se le cose non vanno per il verso secondo loro giusto.

Ancora, possono diventare gelosi delle proprie cose o degli ospiti e pure dei membri della famiglia. Attenzione poi alla dieta che deve essere il più corretta possibile, per non portare a problemi di sovrappeso, senza contare che il cibo umano non di rado non è adatto agli animali. L’esercizio regolare è fondamentale per aiutarre l’animale in questo senso e anche per instaurare con il suo padrone un legame più stretto e intenso.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>