Come allevare un cucciolo: le regole per prendersi cura di un neonato a quattro zampe

di Redazione 5

allevare un cucciolo

Prendersi cura di un neonato a quattro zampe è una bella esperienza, ma è necessario sapere cosa fare: può infatti capitare di imbattersi in un trovatello rimasto senza mamma, e in questo caso non è possibile affidarsi all’improvvisazione. Vediamo insieme come allevare un cucciolo.

Innanzi tutto dobbiamo pensare al latte: quello di gatte e cagne contiene dei nutrienti che non sono presenti in quello vaccino, e quindi per completarlo bisognerà aggiungere della panna al latte di capra o di mucca; una valida alternativa sono gli alimenti in polvere appositamente formulati per l’allattamento artificiale di cani e gatti, la cui composizione chimica rispecchia il più possibile quella dei rispettivi latti materni.

Qualsiasi sia l’alimento sostitutivo scelto è importante attenersi alle dosi e alla frequenza delle poppate raccomandate secondo l’età del cucciolo e il suo peso. Il modo migliore per nutrirlo è tramite il biberon: in commercio si trovano facilmente quelli adatti agli animali, nei quali si possono praticare dei fori adatti alle dimensioni della bocca dell’animale e alla sua capacità di suzione.

Quando gli viene somministrato il latte, il cucciolo deve essere posto in posizione prona con la testa sollevata verso la tettarella del biberon, che andrà tenuto obliquamente. Dalla terza settimana di età per i cani e dalla quinta per i gatti si può iniziare lo svezzamento. Due condizioni essenziali per garantire agli animali neonati un sano sviluppo sono la temperatura ambientale adeguata, perché in assenza del calore del corpo della mamma prendono facilmente freddo, e la massima igiene in modo da non fargli prendere infezioni: senza il latte della mamma che garantisce loro gli anticorpi, le loro difese immunitarie sono più deboli.

Per una maggiore chiarezza schematizziamo le regole da seguire per allevare un cucciolo; innanzi tutto bisogna sterilizzare biberon e tettarella prima di ogni poppata, poi ricostituire il latte artificiale in polvere con dell’acqua bollita; attenetevi alle dosi consigliate e non superatele, rispettate il ritmo di suzione del cucciolo senza forzarlo. Pesate il cucciolo ogni giorno alla stessa ora per verificarne la crescita, mettete nella cuccia una borsa dell’acqua calda tiepida per riscaldarla; infine, toccate sempre il cucciolo con le mani pulite e adagiatelo su panni lavati.

Commenta!

Commenti (5)

  1. grazie mi è stato di molto aiuto ma mi servirebbero dei consigli per crescere dei coniglietti di pochi giorni perchè incosapevolmete gli ho toccati e ora mi hanno detto che la mamma li potrebbe abbandonare e sono disperata perfavore aiutami se hai dei consigli da darmi

  2. mi dovete aiutare io ho un cagnolino molto agressivo nel senso che tende sempre a mordere e non so più come devo fare mi potete aiutare?????

  3. @ rosa:
    ciao io ho molta esperienza con gli animali……e piu ke altro devi sapere ke tt dipende dasll eta del cane…….comq potresti iniziare , ke qnd il tuo cucciolo si comporta male , sgridarlo (naturalmente nn esageratamente) , se nn ci sono miglioramenti prova a derli uno skiaffetto (ke nne gli reki dolore) sul sederino) e se il tt dovesse risultare inutile , privalo di un cibo o di un qualkos altro x kuin luii va matto …….. 🙂 fammi sapere …..ciaa ciao

  4. @ rosa:
    Ciao ti scrivo in merito al comportamento del tuo cane prima cosa non sgridarlo (il suono della tua voce lui lo sente amplificato) seconda cosa punirlo per poi coccolarlo non va bene (sei tu la sua padrona) terza cosa Quando manifesta questi capricci (con vicini, postino, suocera ecc.) bloccalo con la tua mano sul dorso in modo che il pollice e l’indice formino un semi collare per stringere a seconda di come si comporta fino a quando non si è tranquillizzato non coccolarlo, fai l’indifferente vedrai che man mano capirà, chi comanda e smetterà di reagire così buone vacanze

  5. ho un cucciolo a casa, e non so come devo farla abbituare, uscire fuori per i bisogni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>