Un albero di Natale a prova di gatto

di Paola P. 3

gatto albero di NataleIl Natale quando arriva arriva, come direbbe qualcuno. E c’è da dire che ogni anno il conto alla rovescia per le festività invernali si fa sempre più corto, o almeno così sembra, dal momento che già intorno al mese di settembre i centri commerciali per spingere agli acquisti si addobbano a festa e sfoggiano i simboli natalizi per eccellenza: panettoni e spumanti nel reparto alimentare e alberi di ogni dimensione, e lucine colorate nelle vetrine e nei punti di passaggio. A proposito di albero, qualcuno lo ha già fatto, altri aspettano l’otto dicembre, come vuole la tradizione, in tanti si ridurranno alla sera della vigilia, e c’è chi ci rinuncerà del tutto.

L’ideale sarebbe scegliere un albero sintetico e riciclarlo ogni anno. E’ comodo, economico, bello e non sporca casa. Ma  quello che più ci preme sapere, tra albero e presepe e decorazioni varie, è come regolarsi con i nostri amici a quattro zampe. Evitare che l’abete e le palle natalizie diventino rispettivamente un arrampicatoio e un gioco spassosissimo per i nostri gatti è un’impresa ardua, soprattutto se si tratta di mici di casa, che non mettono mai piede fuori e appena vedranno un albero vero si catapulteranno sulla preda non credendo ai loro occhi e… alle loro zampe.

Se non volete rinunciare al tradizionale abete di Natale, vi diamo qualche consiglio utile a tenerlo lontano dalle grinfie del vostro felino domestico.

  • L’albero deve essere fissato alla parete o al soffitto, lontano dai mobili che possono servire da trampolino di lancio per il gatto. Possibilmente vicino ad una presa elettrica in modo da non lasciare cavi disseminati per la casa, anche questi giocattoli tanto ambiti quanto pericolosi per i mici.
  • Posizionate alla base dell’albero un sacchetto apposito, tipo quelli usati per la spazzatura, che servirà a raccogliere gli aghi di pino, impedendo al gatto di masticarli e inghiottirli, mettendo così a rischio la sua incolumità.
  • Fissate bene l’albero con dei ganci, in modo che non oscilli rischiando di far cadere il gatto o peggio di rovinargli addosso se dovesse arrampicarsici sopra.
  • albero Natale gattoI cavi elettrici devono essere il più possibile nascosti e fuori dalla portata del gatto, ricoperti dagli appositi proteggi-cavo che si possono acquistare a pochi euro dal ferramenta. Questo per evitare incidenti spiacevoli come incendi o che il gatto rosicchi il filo con il rischio di rimanere fulminato o comunque di distruggere l’impianto di luci dell’albero.
  • Usate lo spago, invece degli uncini, per attaccare le decorazioni sui rami dell’albero. Se finiscono in bocca al  gatto gli oggetti appuntiti potrebbero soffocarlo.
  • Evitate le palline di vetro che rompendosi potrebbero ferire il gatto.
  • Anche per i  nastri e le ghirlande fate molta attenzione, meno luccicano e meno attireranno il gatto. Se ingerisce le stringhe decorative il micio va incontro ad un’occlusione intestinale che richiede un intervento chirurgico.
  • I pacchetti con i regali dovrebbero stare in un posto sicuro, fuori dalla portata del gatto, che cercherebbe di aprirli, o comunque morderebbe il nastro e rovinerebbe le confezioni regalo.
  • Spazzate spesso gli aghi che cadono dal pino, sono pericolosi se il gatto li ingerisce.
  • Spruzzate dei repellenti nella zona dell’albero per scoraggiare il gatto ad avvicinarsi. Non lasciate mai il gatto da solo nella stanza in cui avete posizionato l’abete.

Commenta!

Commenti (3)

  1. vorrà dire che prenderò un mese di ferie per stare in casa col gatto mentre c’è l’albero di Natale in casa…. e soprattutto, dormirò sul divano!!
    Fate certi discorsi che non si raccattano neanche col cucchiaio! (si dice in Toscana).. tutto giusto, certo, il problema è la messa in pratica! Mica tutti hanno una casa di millemila metri quadri per poter chiudere la stanza dove si trova l’albero di Natale quando uno non è in casa!
    L’albero di Natale si fa in sala, nella stanza di più passaggio… mica posso farlo in camera???
    Il gatto ci passa per forza dalla sala e non può essere chiusa perché il gatto ha la gattaiola per andare sul terrazzo dove si trova la lettiera…
    Se avessi avuto la possibilità di fare l’albero in una stanza che potevo chiudere quando io non c’ero non avrei avuto bisogno di cercare su internet consigli per fare un albero di Natale che non piacesse al gatto… vi pare? Bah… grazie per l’aiuto!

    1. Veramente nel post si danno dei consigli pratici, suggerimenti su cose importanti e semplici da fare che si possono realizzare in un attimo, tipo ” usate lo spago, invece degli uncini, per attaccare le decorazioni sui rami dell’albero. Se finiscono in bocca al gatto gli oggetti appuntiti potrebbero soffocarlo.
      Evitate le palline di vetro che rompendosi potrebbero ferire il gatto…..fissate l’albero in modo che se il micio ci si lancia non oscilla e cade……” Dov’è che c’è scritto che serve una casa di millemetri quadrati e di non far andare il gatto in salotto? Mi sa che hai letto un post da una parte e messo il commento su un’altra…;=)))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>