Acari orecchie gatto, rimedi naturali per la cura

di Piera Lombardi Commenta

Acari nelle orecchie del gatto? Niente panico: esistono rimedi naturali e casalinghi per la cura di questa fastidiosa infestazione nota anche come otoacariasi che aiutano ad arginare il problema se non si vogliono utilizzare antiparassitari in gocce come il frontline o lo stronghold. Se non si interviene, si rischia anche di andare incontro ad una otite parassitaria.

 

particolare orecchio gatto

Come accorgersi degli acari nelle orecchie del gatto

Agli acari, microscopici parassiti, piace vivere nell’ambiente caldo e buio del condotto uditivo del gatto dove si nutrono di pelle morta. Per l’irritazione e prurito, il povero micio si gratta continuamente le orecchie graffiandole. Ma va incontro anche a dolorose otiti. È perciò importante bloccare l’infezione al più presto e questo lo si può fare anche con rimedi naturali. La presenza di cerume in eccesso è un altro chiaro sintomo. Quando gli acari ‘occupano’ l’orecchio del povero micio, infatti, aumenta il cerume, in genere di  colore marrone scuro o nero, o simile a sporcizia cerosa. Il cerume si sviluppa proprio come barriera protettiva dagli invasori. Se in salute, il gatto ne ha nelle orecchie una quantità minima. Altre spie sono macchie nere  e il cattivo odore che emanano le orecchie malate.

Acari, tutti i rimedi naturali e casalinghi

Per contrastare l’attacco di acari è importante pulire il condotto uditivo del micio. Come pulire le orecchie del gatto? Si può usare una soluzione alla calendula: 20 gocce di tintura madre in poca acqua calda da introdurre nell’orecchio del gatto una volta raffredata con una siringa senza ago.  Meglio evitare l’uso di cotton fioc.. Altra possibilità: l’uso di acqua e aceto; pratica che andrebbe fatta comunque sempre, almeno una volta a settimana. Oppure si può usare una garza imbevuta in due cucchiai di olio d’oliva o di olio di mandorle in cui disciogliere una goccia di tintura madre di calendula e una di propoli, che sono antiparassitari, da applicare due volte al giorno. O l’olio di melaleuca, che anch’esso ha un’azione antisettica antiparassitaria e rinfrescante molto potente, per una settimana. Quindi tenere qualche giorno l’orecchio a riposo e procedere poi, ogni tre giorni, ad applicare per almeno un mese la tintura madre di rumex crispus (romice crespo), disinfettante e antinfiammatoria, diluita: 9 gocce in un cucchiaio di acqua.

Prevenzione acari, le cure naturali da non tralasciare mai

È molto importante sempre lavare la testa e la coda dell’animale con uno shampoo specifico perché gli acari, per istinto di sopravvivenza, si trasferiscono in ogni parte del corpo. Specie la coda è facile bersaglio perché quando micio dorme in genere è vicinissima alle orecchie.  Si può preparare un infuso di radice di romice crespo e usarlo per fare l’ultimo risciacquo. È importante pulire anche i posti dove il gatto sta più di frequente per prevenire nuove infezioni.

Se volete saperne di più, consultate questi post:

Acari orecchio gatto, cause, sintomi e cura

Acari gatti dopo cura, possono tornare?

Foto pixabay

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>