5 ragioni scientifiche per vivere con un gatto

di cinzia iannaccio Commenta

Vivere con un gatto rende felici! Lo sa chi ne ha uno (o più) in casa: che siano talvolta scostanti, pigroni, oppure ghiottoni, ipervispi o mattinieri, questi felini intelligenti sono in grado di darci amore, coccole, simpatia, ….quando vogliono aggiungerebbe qualcuno. In realtà oltre alla pratica esperienza quotidiana, anche la scienza ci ha messo lo zampino nel cercare i benefici che possono nascere dalla convivenza con un gatto. Quali? Eccone 5:

5 ragioni vivere gatto

  1. Vivere con un gatto aiuta a dormire meglio: lo dice uno studio scientifico condotto dal Center for Sleep Medicine della Mayo Clinic; il 41 % delle persone che vivono con un gatto dormono profondamente e con tranquillità, con un benessere che aumenta gradualmente con la vicinanza del gatto: sul letto è il top dei sonni beati! E’ un risultato curioso se si considera che i gatti sono animali notturni e tendono a scatenarsi e gironzolare con il calare del buio!
  2. Chi vive con un gatto studia di più: secondo un’indagine condotta nel 2010 dall’Università di Bristol la convivenza con un gatto aumenta la probabilità di prendersi una laurea.
  3. I proprietari dei gatti sono più anticonformisti e liberi di chi possiede i cani: a dirlo un’altro studio scientifico pubblicato nel 2014
  4. Chi vive con un gatto per almeno 10 anni ha un rischio cardiovascolare più basso del 30% rispetto agli altri: le coccole e le fusa sono veri antistress naturali (uno studio scientifico risalente al 2008)
  5. I bambini che crescono con un gatto vicino soffrono meno di allergie ad acari e graminacee.

 

Che ne dite? Vi trovate d’accordo con queste affermazioni scientifiche?

 

 

Leggi anche:

Le fusa? Un vero antistress!

 

Foto: Thinkstock

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>