10 motivi per amare il gatto Black Bombay (FOTO)

di Redazione Commenta

Intelligente, comunicativo, affettuoso, il Bombay è di un fascino straordinario, è un ammaliatore che non fa niente per essere tale. Sa essere pantera come sa essere l’amico di casa, ma restando sempre elegante signore della scena. Sono doti naturali che esercita con stile!  Ecco 10 motivi per cui non potrete non amare questa razza di gatto.

 

Primo piano di occhio di gatto nero

 

 

1 ) Questo gatto brilla come cuoio e rame nero

Il lucido effetto bagnato del pelo e l’oro degli occhi contraddistingue la razza di gatto Bombay che in inglese porta il soprannome “the patent leather kid with the new penny eyes”.

Gatti neri Bombay

 

 

 

2 ) La razza ha impiegato molto tempo a perfezionarsi

Qualche notizia sulla sua origine: proviene dall’incrocio di un nero American Shorthair e di un birmano sabbia, realizzato nel 1953 dall’allevatore Nikki Horner.  Pensava a un gatto ‘pantera‘ con aspetto esotico e personalità addomesticata. Ci sono voluti un po ‘di tentativi ed errori perché  Horner ottenesse  il suo gatto da sogno. Dopo un processo arduo di allevamento selettivo, ha realizzato il felino elegante  che ha ottenuto il riconoscimento come nuova razza felina nel 1976.

 

 

gatto nero con artigli puntati

 

3 )  E’ un ‘guru’ e ha il nome da una città dell’India

Essendo il risultato di un incrocio tra un birmano e un american Shorthair, si potrebbe pensare che il nome renda omaggio agli antenati, giusto? E invece no. Il nome Bombay è stato ispirato dall’amore di Nikki Horner per le pantere nere indiane.

 

zampa di gatto nero in primo piano

 

4 ) E’ anche un… gatto-cane

Il Bombay  ha la curiosità e la malizia dei felini con in più elementi eccentrici suoi propri. Ama anche camminare al guinzaglio e recuperare gli oggetti che si potrebbero lanciare sulla sua strada. Un vero e proprio gatto-cane!

 

 

cucciolo di Bombay guarda in su

 

 

5 )  Ha occhi indimenticabili

Muscoloso, flessuoso, e di medie dimensioni, la testa arrotondata e il muso corto sono sue caratteristiche distintive. Ma quella davvero memorabile sono gli occhi! Al contrario della maggior parte di gatti che hanno un taglio di occhi a mandorla, quelli del Bombay sono rotondi e penetranti.

 

Gatto nero dagli occhi gialli

 

6 )  Sa essere la vostra ombra

Il Bombay è disponibile e affidabile,  affettuoso con tutti. Molto più di un semplice gatto, diventerà la vostro ombra, persino nel seguirvi da una stanza all’altra.

 

gatto nero accovacciato

 

7 ) E’ un grande conversatore

Anche se il Bombay non reggere il confronto con quel gran chiacchierone che è il siamese in termini di competenze vocali, la razza è conosciuta per i suoi miagolii, soprattutto quando cercherà di ottenere la vostra attenzione.

 

 

gattino nero miagola

 

8 )  E’ un gatto adattabile

Il Bombay va in sintonia con gli amici umani e si adatterà perfettamente a tutte le nuove situazioni che gli capitano, anche che si tratti di trasferirsi in uno spazio più piccolo. Basta rimanga al centro della vostra attenzione!

 

 

gatto nero nella bacinella

 

9 ) Ama le relazioni

Va d’accordo con gli altri animali. E’ noto per accettare facilmente qualsiasi nuova creatura in casa e formare legami rapidamente; ma gli piace essere il capo. Scherzi a parte, a chi non piacerebbe?

 

gatto nero rilassato

 

 

10 ) Ama ‘imboscarsi’ sotto le coperte

Ama mettersi nel punto più caldo della casa e ficcarsi sotto le coperte di notte per avere tepore. Ma attenzione che non è molto affidabile quando si tratta di prendere a morsi come fosse un bocconcino le vostra dita dei piedi!

 

gatto nero nascosto

 

Fonte catster.com

Foto credit Thinkstock

 

Se amate i gatti specie se neri, non perdertevi queste fotogallery:

Gatti neri, l’eleganza assoluta (Foto) | Tutto Zampe

Foto Gallery Gatti – Pagina 10 di 10 – Tutto Zampe

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>