Cani e locali pubblici

di Giulia 1

cane_e_cannuccia

Un argomento oggi spesso discusso riguarda se il nostro amico a quattro zampe possa o meno entrare in un locale pubblico senza che il padrone incorra in una infrazione: oggi ci occuperemo della normativa in tal senso, in particolare facendo riferimento a locali in cui si somministrano cibi e bevande.

La legge statale in materia di igiene e sanità vieta l’ingresso agli animali in luoghi in cui si preparano cibi e bevande: si fa quindi espresso riferimento a cucine o altri luoghi atti alla preparazione. Per quel che attiene invece i luoghi in cui i cibi e le bevande si somministrano (quindi bar, ristoranti, pub) la normativa fa riferimento al Regolamento di Polizia Veterinaria D.P.R. n. 320 del 1954.

Secondo tale normativa è fatto obbligo di  utilizzare una idonea museruola per i cani non condotti al guinzaglio, quando questi si trovano nelle vie o in altro luogo aperto al pubblico e obbligo della museruola e del guinzaglio per i cani condotti nei locali pubblici e nei pubblici mezzi di trasporto. In realtà, però, occorre far presente che ad oggi quasi ogni Comune ha provveduto a regolamentare autonomamente la materia: perciò occorrerà fare rifermento al regolamento specifico del luogo in cui ci si trova.

In linea di massima i regolamenti prevedono discrezionalità da parte del gestore del locale: questi cioè può scegliere se far entrare oppure no gli animali nel proprio locale pubblico. Però,  se decide di vietarne l’ingresso, questi deve segnalarlo con apposita indicazione sulla porta del locale stesso: un cartello Io posso entrare o simile indica che si tratta di un locale amico degli animali.

Questo non vale per i cani guida per ciechi: rischia infatti una multa da 500 a 2.500 euro chiunque ostacolerà l’ingresso dei cani guida per ciechi negli esercizi pubblici e sui mezzi di trasporto pubblico, secondo quanto previsto dala legge n. 37 del 2006. Il provvedimento stabilisce inoltre che il privo di vista ha diritto di farsi accompagnare dal proprio cane guida anche non munito di museruola, salvo che questa non sia richiesta espressamente dal conducente o dai passeggeri sui mezzi pubblici.

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>