Zecche del cane e del gatto: come difendersi

di pask Commenta

L’estate è il periodo delle passeggiate all’aperto e delle giornate passate a contatto con la natura, ma attenzione: tra i fili d’erba può celarsi un insidioso parassita, un ospite indesiderato che potrebbe causare fastidiose conseguenze ai vostri amici cani e gatti.

Le zecche sono degli sgraditi ospiti che vivono sotto il pelo degli animali: si attaccano alla cute per nutrirsi del loro sangue. La loro presenza, inoltre, può essere molto pericolosa: per questo è importante utilizzare i giusti prodotti antiparassitari.

zecche del cane
zecche del cane

Zecche: conosciamole meglio

Le zecche sono parassiti dell’ordine degli Ixodidi, presentano dimensioni molto ridotte che vanno da qualche millimetro a 1 cm circa. Più sono piccole, più difficile diventa scovarle ed eliminarle, soprattutto se sono ben nascoste sotto il pelo dell’animale.

Si attaccano alla cute con il rostro, iniettando una sostanza anestetica che rende il morso indolore e succhiano il sangue dell’animale per sopravvivere. Le zecche sono abilissime ad attaccare: possono aspettare il loro prossimo ospite per moltissimo tempo, per poi scivolare sotto il pelo dei nostri amici non appena ne vengano sfiorate.

Visto che possono colpire anche gli uomini, è meglio evitare che l’animale ne sia infestato: solo così si riducono i pericoli per la famiglia.

I rischi per cani e gatti

Quando la zecca o le zecche attaccano gli animali, possono causare una serie di infezioni e patologie dannose, come la malattia di Lyme e la Babesiosi.

Alcune patologie che insorgono nei cani e gatti a causa delle zecche, possono addirittura colpire l’uomo. Ma quali sono i primi sintomi dopo un morso di zecca? L’animale che è stato colpito da tale parassita può iniziare a mostrare febbre, debolezza, inappetenza, dolori articolari, difficoltà nei movimenti. Se il vostro amico a quattro zampe manifesta segni simili, è importantissimo contattare il veterinario immediatamente: infatti, maggiore è il tempo che il cane o il gatto passa senza le cure necessarie, maggiore è il rischio per la sua salute.

Come proteggere i nostri amici pelosi dalle zecche

La prima cosa da fare per proteggere i nostri animali dalle zecche è procedere con ispezioni periodiche del pelo e controlli dal veterinario. In merito a questo, è importante ricordare che le zone in cui solitamente le zecche si localizzano sono il muso, il bordo e l’interno del padiglione auricolare, le ascelle e l’addome. Oltre a questi accorgimenti, la cosa migliore è la prevenzione: è necessario utilizzare dei prodotti antiparassitari specifici che possano allontanare e/o uccidere le zecche, riducendo così la loro presenza nell’ambiente.

In commercio sono presenti diversi tipologie di prodotti antiparassitari: ne esistono di specifici per i cani e per i gatti. L’azione contro le zecche è simile in entrambe le categorie: prevengono le infestazioni agendo direttamente sul parassita.

Questi prodotti si applicano una volta al mese sotto il pelo, direttamente sulla cute dell’animale: l’operazione è rapida e facilmente eseguibile. L’azione prolungata protegge l’animale per diverso tempo, evitando così interventi troppo frequenti.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>